Privacy Policy politicamentecorretto.com - On. Laratta (Pd): Il Pd di Franceschini destinato a innovare

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

On. Laratta (Pd): Il Pd di Franceschini destinato a innovare

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

 

 

 

on. Laratta (Pd): Il Pd di Franceschini destinato a innovare. Anche in Calabria.
                       Il sen Bruno ha posto in maniera forte un tema che è vero: le candidature alla presidenza della regione passano dal congresso!
                       Minniti il miglior segretario regionale possibile. Soprattutto adesso
 
Sul tema del congresso del Pd è intervenuto stamane il deputato Franco Laratta, legato a Franceschini da amicizia della prima ora e adesso tra i suoi più forti sostenitori a livello nazionale. "Il pd di Franceschini è destinato a innovare, a cambiare, a guardare avanti. Non intende essere un partito che guarda al passato. Perchè pensare che tutto possa rimanere fermo e inamovibile è un grave errore.  Lo dico anche per la Calabria, dove è necessario più che altrove cambiare e innovare e rinnovare. Ma vedo buona parte del ceto politico calabrese che si sta dando da fare solo per spirito di autoconservazione.
Lo affermo da tempo: in Calabria c'è una classe dirigente, di destra e di sinistra, che da 30anni è sempre la stessa, ed ha sempre lavorato per soffocare sin dalla nascita ogni forma di rinnovamento  e innovazione.
Il sen. Franco Bruno ha posto nei giorni scorsi, in maniera forte, il tema del futuro della nostra Regione, anche in vista delle imminenti scadenze elettorali. Da quanto egli ha detto e che in gran parte condivido, mi interessa riibadire che :
-è dall'esito del congresso del Pd che passa la scelta della futura classe dirigente della Regione;
-è in sede congressuale che va fatto un bilancio del governo di centrosinistra in questi quasi 5 anni, anche perchè davanti alle luci che in alcuni settori sono emerse, vi sono molte ombre e tantissimi problemi rimasti da risolvere, alcuni dei quali si sono aggravati;
- è chiaro che saranno le primarie a decidere chi sarà il candidato alla presidenza della regione, primarie aperte e libere; ma è chiaro che davanti alla inevitabile divisione in sede di congresso, le diverse mozioni avanzeranno proposte e offriranno legittimamente candidati alla carica. Ben sapendo che alla fine, solo il centro-sinistra unito potrà battere una destra che si annuncia agguerrita. Questa responsabilità deve appartenere a tutti, soprattutto a coloro che hanno posizioni forti e incarichi di primissimo piano.
-deve essere chiaro a tutto il Pd: solo con una svolta forte e concreta, il centrosinistra potrà sperare di confermare la vittoria alla regione. In questo momento, il rapporto fra classe dirigente e cittadini-elettori si è fortemente incrinato. Servono per vincere: una chiara proposta politica; un competente gruppo dirigente; un forte segnale di cambiamento.
Sulla segreteria regionale del Pd, ha concluso il deputato Franco Laratta, mi sento di esprimere un profondo ringraziamento all'azione svolta da Marco Minniti in questi difficilissimi anni. Anni in cui parlare di calabria e di calabresi a Roma era veramente un azzardo, anni in cui in Calabria sono successe cose terribili e in Regione si sono vissuti momenti drammatici. Solo Marco Minniti ha potuto parlare di Calabria e rappresentare i calabresi, con il suo stile e la sua storia politica e personale che ne fanno un leader stimato e apprezzatissimo. Soltanto con un uomo come Minniti alla segreteria regionale, il partito può sperare di giocare un ruolo importante in un momento delicatissimo, in un clima che si potrebbe ancora auspicare unitario".

Invia commento comment Commenti (0 inviato)