Privacy Policy politicamentecorretto.com - "Nueva Dramaturgia Europea"

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

"Nueva Dramaturgia Europea"

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

 

 

Far avvicinare il pubblico argentino all’universo europeo del teatro contemporaneo. È questo l’obiettivo della quarta edizione del ciclo "Nueva Dramaturgia Europea" in cui artisti argentini e internazionali eseguono dei "semimontados" e delle letture sceniche di testi teatrali scritti dai nuovi talenti europei. La rassegna, presentata dall’Istituto Italiano di Cultura di Buenos Aires, il Goethe Institut, l’Alianza Francesa e le ambasciate di Svizzera e Francia, ha preso il via lo scorso 24 agosto nella capitale argentina e proseguirà fino al 29 settembre.
Nel corso degli appuntamenti, prenderanno parte gli autori Fausto Paravidini (Italia), Jens Nielsen e Sybille Berg (Svizzera), Anne Habermehl (Germania), Leslie Kaplan (Francia) e altri ancora. Ad occuparsi della direzione del ciclo di eventi è invece Gianluca Barbadori.
Ma come si sviluppa esattamente questo ciclo di eventi? Quali le opere presentate dagli artisti? Nella prima fase, tra il 31 agosto e il 1 settembre, Gianluca Barbadori ha dato voce all’opera "Dos Hermanos" scritta dall’italiano Paravidini. Il 7 e l’8 settembre verrà invece presentato da Vilma Rodriguez l’opera "Toda mi vida he sido una mujer" di Leslie Kaplan. La settimana seguente, il 14 e 15 settembre, spazio poi a "El último territorio" di Anne Habermehl mentre il 21 e 24 settembre sarà la voce di Carolina Balbi a presentare al pubblico "Los dorados últimos años" di Sybille Berg.
A chiudere il ciclo di letture ci penserà Percy Jiménez il 28 e 29 settembre con "Mis muy privados festivales mesiánicos", opera scritta dalla tedesca Felicia Zeller

Invia commento comment Commenti (0 inviato)