Privacy Policy politicamentecorretto.com - Laura Garavini ad Amsterdam

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

Laura Garavini ad Amsterdam

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

“Donne contro la mafia – rompere il silenzio per combattere il potere illecito”

“La criminalità organizzata in Europa e nel mondo ha come complici il silenzio e la passività. Solo mettendo a nudo gli intrecci delle mafie a tutti i livelli della società e promuovendo una lotta internazionale alle mafie, riusciremo a far crollare questo dominio illegittimo”. L’on. Laura Garavini, capogruppo del PD in Commissione Antimafia e promotrice della iniziativa “Mafia? Nein danke!”, fondata tra la piccola e media imprenditoria italiana in Germania all’indomani della strage di Duisburg, sarà una delle protagoniste della serata organizzata per il 3 settembre, alle 20.00, presso il centro conferenze Felix Meritis di Amsterdam.

Dopo l´attentato della ‘ndrangheta nell´agosto del 2007, la Garavini aveva dato vita ad un’iniziativa sul modello di AddioPizzo, coinvolgendo piccola e media imprenditoria italiana in Germania. Proprio grazie a “Mafia? Nein danke!” nel dicembre del 2007 le forze dell’ordine tedesche erano riuscite a catturare a Berlino gli autori di una serie di estorsioni a ristoratori italiani, arrivando a segnalare l’iniziativa come Best practice nella lotta alla criminalità organizzata.

Accanto alla Garavini alla serata saranno presenti la giornalista e scrittrice tedesca Petra Reski e la fotografa siciliana Letizia Battaglia per discutere dell’impegno della società civile nella lotta alla mafia e dell’infiltrazione della criminalità organizzata in seno alle istituzioni e al tessuto economico europei. “Bisogna rendersi conto che le mafie oggi operano al di là dei confini nazionali. Anzi, le mafie potenziano e rafforzano le loro ramificazioni all’estero proprio grazie all’ingenuità e alla sottovalutazione di quello che è ormai un problema internazionale.”

Invia commento comment Commenti (1 inviato)

  • Inviato in data Carmine , 02 Settembre, 2009 17:03:34
    Carissima Onorevola la crimilita' organizzata non esisterebbe se ignorata piu' ne parlate e piu' si rigenera La poverta' ne e' la causa principale FATE QUALCOSA VOI CHE AVETE IL POTERE LEGISLATIVO