Privacy Policy politicamentecorretto.com - Lettera di Danieli a Carrozza CGIE

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

Lettera di Danieli a Carrozza CGIE

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

IL VICE MINISTRO DANIELI AL SEGRETARIO ELIO CARROZZA:GRAZIE AL CGIE PER L’IMPEGNO SUI GIOVANI

 

“Caro Segretario Generale,ti ringrazio e tramite te vorrei ringraziare tutto il Cgie per il vostro impegno sulle tematiche che riguardano i giovani italiani e di origine italiana nel mondo. Ho letto con attenzione l’utile materiale uscito dai lavori delle singole commissioni e della plenaria e considero molto apprezzabile l’impegno da voi profuso in questi giorni nella promozione di momenti di confronto nei singoli Paesi. La vostra collaborazione e le vostre iniziative, così come quelle attivate dai Comites, dalle Regioni, dalle scuole o da specifici gruppi di aggregazione, saranno per me un punto di riferimento fondamentale nella fase preparatoria della Prima Conferenza dei Giovani Italiani e di origine italiana nel Mondo che si terrà nel 2008 e che ha già avuto la adeguata copertura nei primi passaggi della legge finanziaria attualmente in discussione al Parlamento. Nel presentare gli obiettivi della Prima Conferenza dei giovani, anche ai vostri lavori, ho sempre ricordato che, come governo, non vogliamo fare una politica che si ferma al giorno per giorno. Gli stessi provvedimenti economici e di bilancio che abbiamo proposto all’approvazione del Parlamento evidenziano scelte che hanno al centro risanamento e crescita, attenzione verso i ceti medio bassi e occupazione, sviluppo delle risorse umane e delle persone, innovazione del sistema d’impresa e del sistema Italia in generale, vogliamo governare in sostanza guardando non a domani ma al futuro. E nessun Paese può guardare ottimisticamente al futuro se non coinvolge e valorizza i propri giovani. Per questo importante e comune impegno vi ringrazio.”

 

Invia commento comment Commenti (0 inviato)