Privacy Policy politicamentecorretto.com - Mannarini del circolo PD delle donne in Europa: “Dare più spazio alle donne, solo così il PD può crescere veramente”

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

Mannarini del circolo PD delle donne in Europa: “Dare più spazio alle donne, solo così il PD può crescere veramente”

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

 

 

“Ci aspettiamo dal PD che s’impegni con tutte le forze a porre questa tematica al centro del dibattito politico, sociale e culturale e creando un’alleanza trasversale, anche al di là dei confini italiani, che unisca tutte le donne”. È questo il messaggio di Marina Mannarini, coordinatrice del circolo donne del PD in Europa con il quale, nel forum “Bersani è Rock” ( www.bersanierock.eu), chiede più spazio per le donne e più attenzione alle tematiche femminili all’interno del Partito Democratico in Italia e in Europa.
La Mannarini esprime il proprio sostegno alla candidatura di Bersani ma avverte l’ex-ministro dell’economia di non trascurare l’argomento delle pari opportunità:”Ho fiducia in Bersani perché credo che sia finora stato in grado di amalgamare più forze e di creare i presupposti per fondere passato e futuro. Ma non sono disposta a compromessi per ciò che riguarda le donne: vogliamo spazio e impegno per noi e con noi!”
Il PD in Europa, chiede la Mannarini, deve puntare su una più alta presenza di donne iniziando dal territorio, dalla base: “Garantire una quota di partecipazione femminile all’interno dei gremi di base e dirigenza, significa anche impedire che ciò avvenga per mezzo di scelte alibi mosse da altri disegni.
Sono ancora troppi i casi di donne attive nel PD in Europa che si sono viste escludere da incarichi di reale responsabilità perché troppo indipendenti, incorruttibili da disegni strategici oppure anche solo perché non si confida nelle loro competenze. Per risolvere il dilemma della scarsa partecipazione femminile alla politica va elaborato un percorso che impedisca la mistificazione e il cattivo uso di uno strumento di per sé positivo e necessario quale la quota femminile.”.

Invia commento comment Commenti (0 inviato)