Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

“SANITA’ LAZIO A PICCO, PER CURARSI OCCORRE ESSERE RACCOMANDATI”

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

 

ALLEANZE: CIOCCHETTI; LA SANITA’ UN TEMA UNIVERSALE SU CUI CONFRONTARSI
 

Chianciano, 11/09/09 – Prossime alleanze? Basta con la solita domanda, l’Udc chiede un confronto serio sui programmi e in ogni regione d'Italia dove si vota ci aspettiamo forti cambiamenti; uno su tutti la gestione sanitaria. Su questo avvieremo nelle conferenze programmatiche un confronto politico e su questo tema aspettiamo da tempo una discontinuità politica e un forte cambiamento. Dobbiamo difendere e rilanciare la Sanità come concetto universale; una grande scelta della DC che oggi stiamo disperdendo. - è quanto dichiara il Segretario Regionale Udc del Lazio On. Luciano Ciocchetti durante gli Stati Generali di Chianciano al parco Fucoli -

“Voglio portare un esempio concreto a me vicino; - aggiunge Ciocchetti - nel Lazio si vive un gravissimo stato di degrado sanitario ed è scandaloso che nella Regione che ospita la capitale d’Italia, occorra essere raccomandati per avere accesso alle cure mediche.” “Basta con gli sprechi, - continua l’esponente Udc - serve una decisa riduzione del numero delle ASL dalle attuali 5 ad una soltanto, che faccia da raccordo tra tutte le strutture ospedaliere. Altrettanto scandalose sono le modalità di scelta dei Direttori Generali e per questo chiedo, una volta per tutte, - conclude Ciocchetti - che la politica rimanga fuori dalla gestione sanitaria. Su questi punti fonderemo le nostre decisioni.”

Invia commento comment Commenti (1 inviato)

  • Inviato in data angelo saracini, 13 Settembre, 2009 11:57:01
    Altro che raccomandati…..sono stato un mese a Roma ,vivo in grecia da 30 anni…….ad Agosto per dare una mano alla mia famiglia…..papa’ 95 anni ricoverato al Nomentano Hospital dopo che e’ stato qualche mese al S.Giovanni,há pagato sempre i contributi ed e’ invalido di guerra. Ormai immobile nel suo letto in una stanza con altri moribondi…… Durante questo mese e’ stato affisso una decisione del governo che se nel caso i pazienti…..per modo di dire…..restassero nell’ospedale dovranno pagare circa 100 euro al giorno….. Una commissione medica-assistenziale al centro di Roma,non mi ricordo…há deciso che mio padre deve essere trasferito non si sa dove….o torna a casa sua…dove anche la moglie,mia madre há 85 anni…ed há bisogno di cure……. Sono incominciate per modo di dire…..le raccomandazioni,e in eventuali altri ospedali di accoglienza ci sono liste di attesa….di moribondi…da 16 mesi ,se sei residente vicino l’ospedale……a 36 mesi!....cioe’ nella tomba….. Dire che e’ una cosa vergognosa e’ poço…… Un cordiale saluto da atene angelo saracini