Privacy Policy politicamentecorretto.com - La nuova frontiera dell’energia:le biomasse

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

La nuova frontiera dell’energia:le biomasse

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

 


Gran parte del fabbisogno energetico mondiale è soddisfatto da combustibili fossili, petrolio, carbone che, oltre ad avere contribuito ad innalzare le soglie di inquinamento, rischiano di esaurirsi nei prossimi 75 anni.
 La ricerca di fonti energetiche alternative sta divenendo sempre più impellente e l’utilizzo delle biomasse va in questa direzione. Per biomassa si intende qualsiasi materiale organico vegetale: legno,scarti agricoli o di allevamento, residui industriali,piante erbacee, rifiuti urbani, da cui è possibile ricavare energia.
Le biomasse hanno la capacità di generare energia pulita a ciclo chiuso: la quantità di CO2 liberata nell’ambiente, a causa della loro combustione, è nettamente inferiore a quella dei combustibili fossili, grazie all’azione delle piante che assimilano anidride carbone  durante la crescita.
Come facilmente intuibile, la biomassa è ovunque, è rinnovabile attraverso il rimboschimento, può rigenerare aree desolate e creare occupazione nelle zone rurali. L’uso di legname ecologico, come biomassa, deriva da uno sfruttamento razionale non invasivo delle foreste  e da una lavorazione svolta con seghe elettriche e accette. Vengono selezionate solo piante morte, rami secchi, scarti agricoli, salvaguardando alberi secolari e boschi storici. Anche la possibilità di utilizzare rifiuti urbani o materiali di scarto per produrre energia e smaltire spazzatura è un grande vantaggio.
I limiti delle biomasse sono la stagionalità delle colture, non sempre disponibili e soprattutto la necessità di spazi ampi per stoccare tutto il materiale disponibile, con il rischio di sottrarre aree di coltivazioni alle derrate alimentari.
Inoltre la combustione della legna genera l’emissione di ossido di azoto, zolfo e metalli pesanti, anche se a livelli inferiori rispetto ai combustibili tradizionali

Invia commento comment Commenti (0 inviato)