Privacy Policy politicamentecorretto.com - Dopo che il Governo ha più volte negato che esistano problemi nei collegamenti ferroviari in Calabria

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

Dopo che il Governo ha più volte negato che esistano problemi nei collegamenti ferroviari in Calabria

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

 

 

Dopo che il Governo ha più volte negato che esistano problemi nei collegamenti ferroviari in Calabria; dopo la protesta del 2007 da me organizzata sulla tratta jonica calabrese delle Ferrovie; dopo il recente viaggio con i treni locali di Franceschini da Lamezia a Paola- Cosenza; dopo le diverse interpellanze parlamentari al Ministro dei Trasporti; visto che dopo tutti ciò nulla si muove nel panorama dei collegamenti ferroviari in Calabria e nulla è migliorato, venerdi mi recherò alla Procura della Repubblica di Cosenza per chiedere di intervenire rispetto a quanto intendo denunciare. E per fare un esempio limite, denuncerò un caso specifico e ben circoscritto: il convoglio che martedi 29 partiva da Cosenza alle 7.25 diretto a Paola, e lo stesso che la sera alle 21.10 partiva da Paola per raggiungere Cosenza. Si tratta di un convoglio che viene utlizzato quotidianamente, composta da vagoni  sporchi e ai limiti dell'indecenza, vecchi e mal ridotti, non in grado di garantire la salute e la sicurezza dei passeggeri. Chiederò alla Procura della Repubblica di verificare le condizioni dei suddetti convogli e di ordinare il sequestro degli stessi. Si tratta di vagoni pericolosi per la salute dei cittadini. Conosco bene questi treni perchè li utilizzo regolarmente per andare a Paola e poi a Roma. Vedo e sento i numerosi passeggeri che si sentono trattati peggio degli animali.
Si tratta di situazioni piuttosto diffuse in tutta la Calabria, dove i trasporti ferroviari locali vengono garantiti con materiale rotabile vecchio anche di 40 anni, dismesso d altre tratte e destinato a quelle calabresi. E' una condizione inaccettabile, più volte segnalata al Governo e sempre negata in sede parlamentare. La tratta di Cosenza-Paola, quella Jonica calabrese, quelle del catanzarese, del vibonese, del reggino, sono servite da convogli in condizioni pessime. Un'offesa per i cittadini e passeggeri calabresi che pagano il biglietto come tutti i cittadini delle altre regioni italiane".

Invia commento comment Commenti (1 inviato)

  • Inviato in data francesco, 04 Ottobre, 2009 10:00:11
    Finalmente qualcuno che denuncia questo schifo da terzo mondo che ci propinano questi fetenti delle ferrovie a noi cittadini calabresi.Siamo stufi di essere trttati come animali!