Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

CINEMA: CIOCCHETTI; ESOSA E SOSPETTA TRASFERTA DI CINECITTA’ LUCE AL FESTIVAL DI VENEZIA

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

 

- Presentata Interrogazione a risposta Al Ministro dei Beni ed Attività culturali -

 

 

Roma, 30 Sett – “ In un periodo in cui la cultura e il mondo del cinema in particolare vivono un momento di grave crisi economica si assiste paradossalmente ad un deprecabile spreco di denaro sul quale non è possibile sorvolare. Perché è stata necessaria una presenza massiccia a Venezia di tutto il management (Direttore Generale, Amministratore Delegato, Presidente) della Società  e di uno stuolo di 20 persone, tra dipendenti e consulenti vari?” – è quanto dichiara in una Interrogazione a risposta Al Ministro dei Beni ed Attività culturali il deputato Luciano Ciocchetti,  capogruppo dell'Unione di Centro in Commissione Cultura della Camera.

 

“Apprendiamo che i  costi di vitto e alloggio sostenuti a Venezia, sfioravano i mille euro a notte  per le camere in Excelsior prenotate per il management.  Non dobbiamo dimenticare – continua Ciocchetti - i costi degli spostamenti e le spese, sicuramente altissime, di affitto e allestimento degli spazi dell’hotel Excelsior dedicati a Cinecittà Luce. Con questa assurda addizione raggiungeremmo sicuramente una cifra tale da poter finanziare circa una decina di film di giovani autori, che ne hanno sicuramente più bisogno.”

 

“Cinecittà Luce, doveva essere il risultato della ristrutturazione portata avanti dal Ministero dei Beni ed Attività culturali al fine di razionalizzare, evitare sprechi e riqualificare le attività di servizio del gruppo pubblico. Ad oggi – prosegue - non esiste ancora una mission ben definita.”

 

“Per questi motivi – conclude l’esponente Udc - chiedo al Ministro di chiarirci quali sono i risultati prodotti dalla società Cinecittà Luce e a quanto ammonta il costo della citata trasferta dell’intero management della società in occasione del festival del cinema di Venezia.”

Invia commento comment Commenti (0 inviato)