Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
282930

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

GIOVANI: CIOCCHETTI UDC; “DA SUTRI UN SEGNALE IMPORTANTE PER I GIOVANI D’ITALIA”

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

 

 

 “Da Sutri arriva un segnale importante per tutti i giovani d’Italia: credere in un ideale e perseguire i propri valori in difesa della famiglia, del lavoro, della scuola e per ogni forma di disagio sociale. Attraverso i giovani si compie un passo in avanti verso il “Partito della Nazione””- è quanto dichiara il Segretario Regionale dell’Udc Luciano Ciocchetti durante il convegno “Giovani in movimento” promosso dalla segreteria regionale UDC Giovani in collaborazione con la segreteria provinciale di Viterbo.-


“Questa è un’ occasione importante per promuovere ed avvicinare i giovani alla politica, ma soprattutto al bene della propria nazione. Contro il declino demografico occorrono nuove politiche per la famiglia, - aggiunge Ciocchetti - come hanno fatto Francia e Germania che hanno adottato politiche di sostegno alla famiglia molto incisive. Pur nell’assenza di politiche mirate, la famiglia in Italia è stato e continua ad essere un grande ammortizzatore sociale.”


“I giovani hanno tutto il diritto di chiedere nuove politiche del lavoro - continua l’esponente Udc - che consentano la conciliazione dei tempi della famiglia con quelli lavorativi; politiche di welfare che sostengano la famiglia nel suo lavoro quotidiano di cura verso i soggetti più deboli; politiche fiscali che, attraverso l’adozione del modello del quoziente familiare, misurino il peso del fisco sulla base della composizione dei nuclei familiari.”

“Servono - prosegue - politiche educative che garantiscano la libertà di scelta educativa delle famiglie; politiche creditizie agevolate finalizzate all’affitto o all’acquisto della prima casa da parte delle giovani coppie.”


 “Proponiamo - conclude Ciocchetti - un nuovo Patto tra Generazioni, rivolto al futuro e non solo al passato: un patto con i figli, non solo con i padri.”

Invia commento comment Commenti (0 inviato)