Privacy Policy politicamentecorretto.com - Sanita' in carcere. Il segno del degrado delle istituzioni

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

Sanita' in carcere. Il segno del degrado delle istituzioni

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

Intervento della senatrice Donatella Poretti, Radicali  Pd, segretaria commissione Igiene e Sanita'

Incredibile. Proprio nel momento in cui la vicenda Cucchi mostra come un caso di malasanita' in condizioni di detenzione possa portare alla morte nel giro di pochi giorni, il Senato ha dato una brutta prova di indifferenza istituzionale.
A pochi mesi dall'avvio della legislatura e' stata istituita una indagine conoscitiva sullo stato della sanita' in carcere congiunta delle commissioni igiene e sanita' e giustizia, anche per monitorare lo stato di avanzamento e di passaggio della sanita' penitenziaria dalla giustizia al Ssn e alle Asl.
Questa indagine istituita e autorizzata il 18 novembre 2008, si e' riunita il 4 dicembre 2008 dove si e' stabilito di costituire un comitato ristretto che si e' riunito solo una volta prima di oggi, quando non si e' deciso niente.
Oggi la convocazione alle 14 e' andata disertata, con l'unica lodevole eccezione del senatore Di Giacomo, il vicepresidente della commissione Gramazio non ha potuto far altro che prendere atto che la seduta si scioglieva per mancanza del numero legale.
Sappiamo come il diritto alla salute e' spesso incompatibile con lo stato di detenzione, ci sarebbe piaciuto che finalmente le commissioni sanita' e giustizia si occupassero di quel diritto. Dopo un anno abbiamo perso quasi ogni speranza.

 

Invia commento comment Commenti (0 inviato)