Privacy Policy politicamentecorretto.com - Gli Onn. Franco LARATTA e Nicodemo OLIVERIO (PD) AL MINISTRO MARONI. ROSARNO: "Perchè il Centro di Prima accoglienza di Crotone è stato escluso dai finanziamenti 2009?

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

Gli Onn. Franco LARATTA e Nicodemo OLIVERIO (PD) AL MINISTRO MARONI. ROSARNO: "Perchè il Centro di Prima accoglienza di Crotone è stato escluso dai finanziamenti 2009?

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

  

 

Perchè le risorse del Fondo Sicurezza Urbana sono andate tutte al Nord?"

 

 

Gli Onorevoli calabresi LARATTA e OLIVERIO hanno rivolto stamane al ministro Maroni la seguente interrogazione urgente:

in seguito ai fatti di Rosarno, molti immigrati della zona interessata agli incidenti sono stati trasferiti in altri Centri di Prima Accoglienza, molti dei quali  al CPA di Isola Capo Rizzuto, Crotone.
Con il bando relativo al Fondo di Sicurezza Urbana, predisposto dal Ministero nel 2009,  era previsto di distribuire importanti risorse ai comuni che avevano un alto numero di beni requisiti alla mafia, ma soprattutto per la presenza di CPA.
Il Cpa di Isola Capo Rizzuto è il più grande d’Europa: Consultando la graduatoria si può facilmente verificare che:
la quota di finanziamento in carico alle Amministrazioni del Nord Italia è assolutamente più alta di quella destinata alle città del Sud;
in Calabria, dove la malavita organizzata  è molto forte e radicata sul territorio, la somma  destinata è piuttosto bassa rispetto al totale;
nella provincia di Crotone nessun Comune viene finanziato, eppure dalla provincia di Crotone erano stati presentati 4 progetti dai comuni di Isola Capo Rizzuto, Cutro, Ciro' Marina, e Cotronei;
nello specifico il progetto del Comune di Isola Capo Rizzuto prevedeva la messa in sicurezza, attraverso la realizzazione di una pista ciclabile della porzione di rete stradale sulla SS106 che va dal CPA al Comune di Isola. Questo avrebbe consentito alle centinaia di immigrati, che ogni giorno affollano quell'arteria, di spostarsi in sicurezza e su un percorso illuminato di notte, controllato e verificato costantemente. Il progetto prevedeva anche la realizzazione di un’adeguata illuminazione e la realizzazione di un sistema di video sorveglianza per il quartiere "Margherita", che si trova a ridosso del CPA e dove diversi connazionali nei mesi di Luglio e Agosto scorso erano scesi a protestare poichè quel villaggio era divenuto oggetto di scorribande e luogo di prostituzione;
tutto questo ora non è possibile realizzarlo poichè il Ministero non ha tenuto conto del progetto presentato dal Comune di Isola, ove insiste il più grande CPA d'Europa!
 

TUTTO CIO’ PREMESSO SI INTENDE SAPERE DAL GOVERNO:

se è a conoscenza di quanto su esposto;
quali siano le ragioni che hanno portato all’esclusione dei comuni calabresi e del comune di Isola Capo Rizzuro dai benifici previsti con il bando relativo al Fondo di Sicurezza Urbana, predisposto dal Ministero nel 2009;
se è a conoscenza dell’importanza strategica che riveste il CPA di Isola Capo Rizzuto (e delle altre strutture connesse e operanti nella stessa area) e della straordinaria funzione che svolge per l’intera Calabria e per l’intero contesto nazionale nel delicatissimo tema dell’immigrazione;
cosa intende fare per sopperire a quanto su esposto.

 

Invia commento comment Commenti (0 inviato)