Privacy Policy politicamentecorretto.com - Macellazioni rituali: sacrificate dal governo la laicita' e la legalita'

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

Macellazioni rituali: sacrificate dal governo la laicita' e la legalita'

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

Intervento degli on. Donatella Poretti e Bruno Mellano parlamentari radicali della Rosa nel Pugno

 

Alla domanda semplice e chiara se in Italia sono "prevalenti" i dettami del rito religioso rispetto a quelli della legge dello Stato, il Governo ha deciso di non rispondere. L'occasione era offerta da una interpellanza urgente, sottoscritta da 42 deputati di entrambi gli schieramenti (1), che citava una circolare del comando della Polizia Municipale di Reggio Emilia in merito alla macellazione rituale. Nel provvedimento, riguardo queste macellazioni, si prevede che: "l'attivita' svolta e' da considerarsi lecita, ancorche' non eseguita secondo i dettami di legge, in quanto e' prevalente il riconoscimento della legittimita' dei riti religiosi rispetto alle norme in materia di macellazione. Di conseguenza la Centrale Operativa, gli Ispettori e quanti in servizio assumano responsabilita' di coordinamento operativo delle Pattuglie impiegate sul territorio non daranno corso ad alcun intervento, ma risponderanno ai possibili richiedenti che l'attivita' svolta e' lecita".
Il Governo, intervenuto oggi in aula con il sottosegretario all'Interno Marcella Lucidi, ha accuratamente evitato di rispondere sul merito specifico, perdendo cosi' l'occasione da un lato di difendere lo Stato di diritto e del rispetto della legalita', in primis da parte degli amministratori pubblici, e dall'altro di difendere la laicita' delle istituzioni.
Preannunciamo per i prossimi giorni un esposto alla Procura competente, insieme ad altri deputati, nella speranza che almeno la magistratura del nostro Paese faccia rispettare le leggi. Peccato sara' comunque tardivo visto che migliaia di animali saranno gia' stati ammazzati chissa' come e chissa' dove, visto che la Festa del sacrificio della comunita' islamica cadeva 70 giorni dopo la fine del Ramadan, cioe' in questi giorni.


(1) http://www.donatellaporetti.it/comu.php?id=767

Invia commento comment Commenti (0 inviato)