Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

SANITA’: CIOCCHETTI UDC; 375 LICENZIAMENTI SAN RAFFAELE CONFERMANO CRISI SANITARIA, SERVE VERO CAMBIAMENTO

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

Eliminare sprechi e fermare licenziamenti, taglia a posti letto e servizi

 

Roma 19 Gen – “Dopo il santa Lucia anche il San Raffaele SpA, ha ufficialmente aperto una procedura di licenziamento collettivo che, tra dipendenti e collaboratori, porterà alla riduzione degli organici per circa 350 unità confermando la piena crisi del settore sanitario del Lazio. E’ chiaro che da qui bisogna adottare una nuova politica che si concentri ad eliminare sprechi di altra natura, fermando la folle corsa ai licenziamenti, ai tagli dei posti letto e ai servizi.” – è quanto dichiara il Segretario Regionale dell’Udc Luciano Ciocchetti –

 

“Speravo che in questa campagna elettorale si smorzassero i toni politici su un argomento così sensibile alla collettività – continua - e si procedesse per il bene comune del cittadino e per un diritto universale. Ma non è così.”

 

“Governo e Regione nel campo minato della sanità dovrebbero muoversi con cautela – prosegue l’esponente centrista -  e risparmiarsi veloci dichiarazioni, come quelle fatte oggi dalla all'assessore Rodano, che evidenziano la leggerezza con cui si tratta un tema centrale di questa regione. Cosa ha fatto la giunta Marrazzo durante questi cinque anni per la Sanità del Lazio? Questo dovrebbe chiedersi la Rodano.”

 

“In questa situazione solo un dato è chiaro – aggiunge Ciocchetti - e riguarda i licenziamenti, i tagli ai posti letto, alle prestazioni e al personale. Non si parla più di “razionalizzazione” ma  si colpisce sempre il servizio della sanità laziale e i suoi cittadini."

 

“Queste regionali – conclude Ciocchetti - dovranno portare un forte rinnovamento della sanità  con nuovi modelli di gestione, una nuova politica a servizio dei cittadini e che garantisca il diritto Universale alla Salute con al centro il cittadino e non la politica.”

 

Invia commento comment Commenti (0 inviato)