Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
282930

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

NOMADI:CIOCCHETTI UDC; COMUNE CASTELNUOVO DOVEVA ESSERE AVVISATO

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

Soluzione non è trasferire da Roma in Provincia i nomadi di Casilino 900

 “Si continua a giocare a Risiko con i campi nomadi, senza contemplare le volontà dei singoli Municipi e delle comunità locali come in questo caso è capitato per il Comune di Castelnuovo. Reputo, le preoccupazioni  evidenziate dalla Comunità di Sant'Egidio sull’attuazione del piano, comprensibili.” – è quanto dichiara il Segretario Regionale dell’Udc Luciano Ciocchetti -

“Bisogna rispettare sia i sacrifici dei cittadini romani che quelli della provincia. Pensare di risolvere il problema dei campi nomadi abusivi e non facendoli girovagare senza una strategia è un errore grossolano che conferma i limiti di questo ‘piano nomadi'.”

“In ogni caso e in ogni azione di sgombero – conclude Ciocchetti - è necessario prevedere un parametro unico in tutto il mondo la difesa dei diritti umani alla base di ogni società democratica.”

 

Invia commento comment Commenti (0 inviato)