Privacy Policy politicamentecorretto.com - SANITA'. on. Franco Laratta (Pd): "Male Scopelliti. Sulla sanità non parli di nomine, ma dica se la politica farà un passo indietro!"

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

SANITA'. on. Franco Laratta (Pd): "Male Scopelliti. Sulla sanità non parli di nomine, ma dica se la politica farà un passo indietro!"

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

 

"Decisamente male l'esordio di Scopelliti, candidato presidente del Pdl, sulla Sanità regionale:   in visita elettorale oggi all' Asp di Crotone, ha affermato: ''Cambieremo i manager delle Asp senza guardare l'appartenenza politica. Puntiamo alla qualita'".

Ecco, esattamente il contrario di quello che dovrebbe dire chi sarà eletto presidente della Regione Calabria. Lo dico a Scopelliti, come a Callipo e al futuro candidato del mio stesso partito. Sulla sanità è necessario un deciso passo indietro della politica. Basta nomine di manager, direttori generali e primari da parte dei presidenti della Regione. IL consiglio regionale deve programmare, fissare gli obiettivi approvare il piano sanitario. Ma poi deve lasciare la gestione delle Asp e delle aziende sanitarie ad una 'Agenzia indipendente e autonoma', che non risponda ai partiti e che non dipenda in alcun modo dalla regione.

In tale senso ho illustrato nel settembre scorso un'apposita proposta di legge. MA ho sentito solo silenzi su questo, anche dal parte del mio partito. Vedo e sento convegni, iniziative pubbliche, proclami e tante chiacchiere sulla sanità calabrese che da 15 anni si trova in condizioni gravi!  Ma nessuno finora- e Scopelliti oggi non si è distinto- ha detto che la politica in Calabria non può e non deve gestire la sanità. Ma che deve fare mille passi indietro.

Vedo e leggo soltanto preoccupazioni elettorali, annunci di nomine e revoche di manager e direttori generali. Nel frattempo si sta preparnado l'assalto alle strutture sanitarie in cerca di voti e preferenze. Una cosa indecente, chiunque la faccia.

Temo che anche per i prossimi 5 anni, sulla sanità si faranno solo nomine, incarichi e concorsi per gli amici. Da parte di tutti. Vorrei che il pd calabrese in questo dica qualcosa di chiaro e netto. Spero lo faccia al più presto.

Invia commento comment Commenti (0 inviato)