Privacy Policy politicamentecorretto.com - Matrimoni omosessuali: fiaba o realta'?

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

Matrimoni omosessuali: fiaba o realta'?

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

Dichiarazione della sen. Donatella Poretti, Radicali-Pd

"... e poi il principe e la principessa si sposarono e vissero per sempre felici e contenti!".
Il lieto fine delle fiabe sara' anche quello per Francesco e Manuel? Non oggi in Italia dove siamo evidentemente rimasti ad una concezione patriarcale della famiglia non più rispondente alla realta' della societa' italiana.
Si puo' essere felici e contenti e amarsi senza sposarsi, ma non essere discriminati perche' omosessuali!
Per spiegare a mia figlia di quasi 4 anni perche' due ragazzi che si amano non possono accedere al lieto fine delle fiabe perche' sono due maschietti, e quindi due principi, non e' semplice. Occorre infatti trovare una spiegazione solo nelle leggi italiane, e non nei sentimenti che spingono le persone ad innamorarsi, e in caso anche a sposarsi.
Stamani nell'accompagnare Francesco Zanardi e Manuel Incorvaia a chiedere asilo politico all'Ambasciata di Spagna in quanto cittadini discriminati dalle leggi del proprio Paese perche' omosessuali, ho avuto conferma pratica che essere in Europa puo' aiutare il nostro Paese a uscire dalle secche partitocratiche di una classe politica e istituzionale che si guarda l'ombelico e al massimo volge lo sguardo Oltretevere.
La cordialita' e solidarieta' umana vista nei funzionari dell'ambasciata spagnola possono farmi essere orgogliosa di essere cittadina europea!
Spero di poter raccontare presto una storia vera a mia figlia, che oggi e' ancora solo una fiaba: "C'era una volta un bambino che si chiamava Francesco, quando divento' grande conobbe Manuel e se ne innamoro'. Poi si sposarono e vissero per sempre felici e contenti!".

Qui la vicenda: http://www.glbt-tv.it/

Invia commento comment Commenti (0 inviato)