Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
2930

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

Sanità, Ciocchetti: Mai più casi come quello di Andrea Pancallo

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

 

 

“Il caso di Andrea Pancallo è l’ennesima dimostrazione di come la crisi della sanità italiana non conosca limiti. Se un giovane arriva al punto di voler vendere un rene all’asta per aiutare il padre affetto da Sla, significa non solo che le istituzioni non hanno saputo offrirgli un aiuto, ma neanche prestargli ascolto”. Lo ha detto il segretario regionale dell'Udc, Luciano Ciocchetti. “Lo scorso novembre – ha continuato - si è superato il limite del vivere civile di un paese che si ritiene uno stato moderno, con lo sciopero della fame di un gruppo di malati di Sla. È inammissibile che si debba arrivare a tanto per farsi ascoltare, noi dell’UDC ci impegneremo affinché queste persone ottengano gli aiuti di cui hanno bisogno, e non vengano più costrette a compiere gesti disperati”.

 

Invia commento comment Commenti (0 inviato)