Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

Regionali, Ciocchetti: "Protesta medici è specchio della cattiva politica sanitaria"

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image


 
 

 

 

 “La protesta messa in atto oggi da centinaia di medici è lo specchio della cattiva politica che governa la sanità, e che ha portato a questa situazione insostenibile. Noi dell’UDC siamo vicini a questa categoria che si trova ad attraversare un difficile momento, e prendiamo atto della lettera rivolta ai candidati regionali, ribadendo che quello di migliorare la sanità pubblica è un risultato che siamo decisi ad ottenere, come dimostra il nostro programma e il  tour ospedaliero che abbiamo intrapreso. Un importante passo avanti per consentire al sistema sanitario di funzionare sul territorio è quello di dar vita ai presidi territoriali di prossimità,  strutture a vocazione multifunzionale e a gestione multi professionale, destinate a trattare persone con esigenze diversificate che in passano afferivano alla degenza ospedaliera. La struttura sanitaria del Regina Margherita, così quella del Santa Caterina, rappresentano un esempio che funziona, e forniscono indicazioni su come deve organizzarsi la Regione per riformare in meglio il sistema sanitario”.  Lo dichiara il Segretario Regionale dell’UDC Luciano Ciocchetti durante una visita alla struttura sanitaria del Nuovo Regina Margherita, alla quale era presente anche il candidato UDC alle elezioni regionali Pietro Sbardella. “È solo utilizzando questa duplice ottica – ha aggiunto - che da un lato tiene conto delle esigenze dei professionisti della sanità e dall’altro di quelle dei cittadini, che si potrà finalmente disporre di una sanità efficace ed efficiente”.

Invia commento comment Commenti (0 inviato)