Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

Sant’Eugenio è l'eccellenza del Lazio che il centrosinistra ha abbandonato

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

 

Regionali, Ciocchetti: Impegni concreti, questa la spinta per sostenere la Polverini
 
 
 
“Con la visita al Sant’Eugenio l’Unione di Centro vuole mettere al centro l' impegno concreto sui temi vicini ai cittadini per sostenere e far vincere il candidato presidente in cui crediamo, Renata Poverini. Il Sant’Eugenio è un’altra di quelle strutture che rientra in pieno tra le eccellenze della nostra regione, e costituisce la prova che la giunta di centrosinistra queste eccellenze non ha saputo valorizzarle, perché i lavori che oggi interessano l’ospedale sono ancora quelli finanziati dalla giunta Storace. Negli ultimi cinque anni le iniziative messe in atto per migliorare la sanità sono state pari a zero. Le eccellenze del Lazio devono essere tutelate e potenziate, non abbandonate. Un intervento da attuare in tempi brevi è quello di accrescere il reparto maternità visto che il Sant’Eugenio si trova in una quartiere giovane, a zona interessata da un forte sviluppo demografico e dov’è alta la presenza di bambini”. Lo ha dichiarato il Segretario Regionale dell’UDC Luciano Ciocchetti durante una visita al Sant’Eugenio alla quale erano presenti anche il leader dell’UDC Pier Ferdinando Casini, la candidata alla presidenza della Regione Lazio Renata Polverini ed il candidato alle regionali Pietro Sbardella. “È da molti anni che ci battiamo per far diventare il Sant’Eugenio e il Cto delle aziende ospedaliere – ha aggiunto Ciocchetti – al fine di creare un Trauma center di riferimento regionale che valorizzi una grande struttura sanitaria di assistenza specialistica con una professionalità d'eccellenza unica. Siamo convinti che sia questa la strada più efficace da seguire per apportare benefici ad sistema sanitario che ha un bisogno sempre maggiore di essere riorganizzato”.

Invia commento comment Commenti (0 inviato)