Privacy Policy politicamentecorretto.com - Ospedale psichiatrico giudiziario Montelupo Fiorenitno

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

Ospedale psichiatrico giudiziario Montelupo Fiorenitno

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

Dichiarazione della senatrice Donatella Poretti, Radicali-Pd

Ieri pomeriggio, 24 aprile, ho visitato l’Ospedale Psichiatrico Giudiziario di Montelupo Fiorentino, accompagnata dal candidato alla Presidenza della Regione Toscana per la lista Bonino-Pannella Alfonso De Virgiliis e da Maurizio Buzzegoli, candidato provinciale per la medesima lista.
159 internati contro 120 di capienza, 86 agenti di polizia penitenziaria
contro 135 previsti per l’organico; lavori di ristrutturazione per la costruzione di 56 nuovi posti (3 milioni di euro per 16 mesi di lavoro), nuova sala colloqui e ristrutturazioni di vecchie celle nella sezione dell'Ambrogiana, la più fatiscente di tutte. Un cantiere anche per le scelte politiche: infatti, mentre un accordo tra la Regione Toscana e il Ministero della Giustizia dello scorso febbraio prevede che gli internati toscani dovrebbero essere destinati alla struttura di Solliccianino, a livello nazionale si prevede una suddivisione in macroregioni per cui la Toscana dovrebbe farsi carico anche della Liguria e dell’Umbria, immaginiamo sempre con la struttura di Montelupo Fiorentino.
Una situazione schizofrenica che se ha come obiettivo quello di dismettere gli Opg sta percorrendo una strada tortuosa. Il diritto alla salute che dovrebbe essere prioritario sempre, e a maggior ragione negli Opg, continua a essere in contrasto con l’organizzazione e la struttura carceraria.
La pena con la sua funzione rieducativa e riabilitativa è ancor più un miraggio; il lavoro e le attività dovrebbero essere il primo investimento dello Stato negli istituti penitenziari e anche negli Opg.
La Regione Toscana, come lo fu con Trieste per la legge Basaglia e l’assistenza alle persone con disagio psichico, potrebbe essere ancora una volta all’avanguardia se investisse sugli internati di Montelupo, toscani e non. Percorsi riabilitativi, comunità di recupero, tra le altre iniziative riuscirebbero per esempio a far uscire molti degli internati.

Invia commento comment Commenti (0 inviato)