Privacy Policy politicamentecorretto.com - "Pianure migranti: la "bassa ovest" in Argentina

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

"Pianure migranti: la "bassa ovest" in Argentina

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

È stato presentato lo scorso 18 marzo a Reggio Emilia, nella sala del Consiglio provinciale, il volume "Pianure migranti: la "bassa ovest" in Argentina e altre storie migranti da e per Reggio Emilia", dall´autore Antonio Canovi e dalle amministrazioni che hanno contribuito alla sua stesura. A darne notizia è la Consulta degli Emiliano Romagnoli nel Mondo presieduta da Silvia Bartolini.
Antonio Canovi, partendo da sette comuni compresi nella pianura tra il Po e l’Enza, conduce in questo libro il lettore in un lungo itinerario geostorico dentro l’Argentina. A parlare sono emigranti e discendenti, compresi nella loro integrità culturale che si rappresenta in un caleidoscopio di appartenenze. Le storie familiari affiorano così, nei racconti, in forma di una memoria presente che, rimbalzandoci d’oltre Atlantico, interroga la nostra identità culturale.
All’incontro hanno partecipato, oltre all’autore e a Daniele Castagnetti, curatore del dvd interattivo allegato al volume, Sonia Masini, presidente della Provincia di Reggio Emilia, Franco Corradini, assessore alla sicurezza sociale del comune di Reggio Emilia, Ennio Manghi dell´associazione provinciale Italo-Argentina, Odilio Buzzoni, presidente della Filef di Reggio Emilia e Marco Fincardi, storico e docente dell´università Ca´ Foscari di Venezia. Le conclusioni sono state dalla presidente Bartolini.
L’iniziativa è stata anche l’occasione per ricordare la figura di Dante Bigliardi, fondatore della Federazione italiana lavoratori emigrati e famiglie (Filef), generoso animatore dell´associazionismo migratorio a Reggio Emilia, scomparso di recente.


Invia commento comment Commenti (0 inviato)