Privacy Policy politicamentecorretto.com - Regionali Toscana. Senatori Radicali: Astensione da record? Chi e' causa del suo mal, pianga se stesso!

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

Regionali Toscana. Senatori Radicali: Astensione da record? Chi e' causa del suo mal, pianga se stesso!

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

Dichiarazione dei Senatori Radicali Donatella Poretti e Marco Perduca candidati della lista Bonino-Pannella in Toscana

Il 10% di astensionismo rispetto alle regionali del 2005 e' il risultato di una campagna elettorale inesistente, con un vincitore designato fin dalla sua candidatura (Enrico Rossi), tanto che neppure l'opposizione ha mai voluto seriamente metterla in discussione (vedi la proposta di Oliviero Toscani del gennaio scorso che aveva proposto al Pdl di fare fronte comune coi Radicali contro il potere della sinistra) e con un Consiglio Regionale di cui e' gia' nota buona parte della sua composizione fin dal deposito delle liste e delle candidature avvenute un mese fa.

Tutto cio' e' il frutto avvelenato di una legge elettorale (voluta e votata da tutti i gruppi in Regione) che chiama gli elettori a ratificare le decisioni prese dai partiti, ma non a eleggere i propri rappresentanti in seno alle istituzioni. Questo poteva essere argomento di dibattito della campagna elettorale, questo ci auguriamo sia il primo punto all'ordine del giorno del prossimo Consiglio Regionale.

Come Lista Bonino Pannella offriamo come soluzione una riforma del sistema elettorale con 55 collegi uninominali, da eleggere con un sistema maggioritario, solo cosi' si potranno riavvicinare i cittadini alle istituzioni, ricostruendo un minimo di dinamiche democratiche e il controllo dell'eletto da parte dell'elettore. Siam pronti anche al referendum.

Invia commento comment Commenti (0 inviato)