Privacy Policy politicamentecorretto.com - Si dimezza il differenziale fra centrodestra e centrosinistra

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

Si dimezza il differenziale fra centrodestra e centrosinistra

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

Nella sua conferenza stampa di oggi Pier Luigi Bersani ha espresso una serie di valutazioni sul voto del Partito Nella sua conferenza stampa di oggi Pier Luigi Bersani ha espresso una serie di valutazioni sul voto del Partito Democratico, su quello del Pdl, su come è cambiato il differenziale tra le alleanze. Ecco i dati che ha indicato il segretario del PD.

Il voto del PD
Il risultato del PD è complessivamente del 27,4% nelle 13 regioni al voto. Questo si calcola aggiungendo al 26,1% delle liste del PD l’1,3% conseguito dalle liste del presidente legate ai candidati del PD (escluse quindi la lista Bonino e quella per Vendola). Rispetto al voto delle scorse elezioni europee, nelle quali il PD aveva raggiunto in queste stesse regioni il 26,6%, alle regionali vi è una crescita dello 0,8%. La Lega – per fare un paragone – vanta un grande successo per essere cresciuta dell’1%. Mentre l’Idv cala dello 0,8%. In un quadro di grande frammentazione, quindi, PD e Lega sono gli unici grandi partiti che hanno il segno +.

Il voto del Pdl
Il Pdl ha ottenuto con le sue liste il 27,4%. A questo va aggiunto un 3,3 % delle liste collegate ai candidati dello stesso partito (compresa la lista Polverini nel Lazio): il totale è 30,9%, con una perdita del 4,4% rispetto al risultato delle europee nelle stesse regioni. E’ questo il risultato più eclatante, numericamente e politicamente.

Differenziale centrodestra-centrosinistra
Un anno fa la distanza tra centrodestra e centrosinistra (parliamo delle due coalizioni tradizionali, non sommando in nessun caso l’Udc) era di sei punti, con il centrodestra al 49% contro il centrosinistra al 43%. Oggi quel differenziale si è praticamente dimezzato, siamo infatti 46 a 43. La Lega ha recuperato solo in piccola parte (pari all’1%) la perdita di oltre il 4% del Pdl.


Invia commento comment Commenti (0 inviato)