Privacy Policy politicamentecorretto.com - Ballottaggi, un milione alle urne

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

Ballottaggi, un milione alle urne

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

 

 

Si vota in 41 città tra cui 4 capoluoghi di provincia: Macerata, Mantova, Matera e Vibo Valentia.
Bersani a Mantova: "E' un voto politico, il centrosinistra è forza del territorio".
Guarda i video dei ballottaggi e diffondili con Mobilitanti.it
 
Domenica 11 aprile dalle 8 alle 22 e lunedì dalle 7 alle 15 in 41 Comuni sono più di un milione gli italiani chiamati a decidere al ballottaggio il risultato elettorale, che riguarderà anche 4 capoluoghi di provincia Macerata (guarda il video confronto tra i candidati e diffondilo, Mantova, Matera e Vibo Valentia.

In tutte e quattro le città capoluogo è in testa il candidato sosetnuto dal PD e dal centrosinistra. Nel capoluogo calabrese, il candidato del centrosinistra, Nicola Soriano (Pd), è risultato il più votato, con il 41,11%.
A Matera, Salvatore Adduce per il PD ha raggiunto al primo turno il 48,46% dei consensi. Nella città lucana il centrodestra si è presentato profondamente diviso, dopo le dimissioni del sindaco uscente Nicola Buccico (Pdl), che a novembre hanno portato al commissariamento del comune. Adduce aveva al suo fianco già dal primo turno una coalizione che va dall’Udc alla sinistra e ai Verdi, il suo rivale Angelo Raffaele Tosto, fermo al 26,23%, dovrà recuperare il 14,57% andato al candidato del Pdl, che ha corso da solo.

A Macerata il candidato del centrosinistra, Romano Carancini punta a raccogliere il testimone dall’uscente Giorgio Meschini: al primo turno ha convinto il 45,97% dei suoi concittadini, dovrà vedersela Fabio Pistarelli, che parte dal 41,1% e mette insieme Pdl e Udc.

A Mantova va al ballottaggio Fiorenza Brioni, 54 anni, sindaco uscente del Pd, appoggiata da Pd-riformisti, "Insieme per Brioni", Sinistra unita (Rifondazione e Pdci) e Italia dei valori. Anche l'Udc la appoggerà al secondo turno.

Alla manifestazione di chiusura della campagna elettorale della Brioni è intervenuto il segretario del PD, Pier Luigi Bersani: "Il voto di domenica e lunedì a Mantova per il sindaco non è solo amministrativo ma è politico. Abbiamo bisogno di dimostrare che il centrosinistra è forza del territorio. Abbiamo alle spalle una vicenda elettorale che non è stata raccontata giusta. È vero, c’è stata delusione per aver perso per pochi voti due regioni importanti, ma noi e la Lega siamo stati gli unici partiti, rispetto alle Europee, a crescere, anche se noi di poco. Anche in una regione difficile come la Lombardia, alle comunali, abbiamo detto la nostra. A Lecco e a Lodi gli abbiamo dato una suonata micidiale – ha detto riferendosi alle sconfitte al primo turno dei candidati del centrodestra – e da Venezia Brunetta è dovuto ritornare a Roma. Noi, invece, vi vogliamo dimostrare che a Mantova e anche nella altre città dove si vota per il ballottaggio, il centrosinistra è in campo e in condizioni di grande vitalità".

Guarda anche: il video di presentazione del candidato sindaco PD di Pietrasanta, Domenico Lombardi.

Invia commento comment Commenti (0 inviato)