Privacy Policy politicamentecorretto.com - Diamo insieme un messaggio al Paese. Bersani risponde a pdnetwork.it

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

Diamo insieme un messaggio al Paese. Bersani risponde a pdnetwork.it

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

 

Il segretario del PD Pier Luigi Bersani, ha pubblicato su PdNetwork un messaggio per rispondere al gruppo di utenti della community che ha realizzato in queste settimane dei documenti di sintesi delle opinioni sull'esito delle regionali e dei suggerimenti per l'attività del PD. Il post anticipa i temi che tratterà la relazione del segretario nella Direzione Nazionale.

Riportiamo il testo del post, è possibile commentarlo direttamente su PdNetwork.it
Grazie per i vostri suggerimenti. Diamo insieme un messaggio al Paese
contributo inviato da pier luigi bersani il 16 aprile 2010


Carissimi, vi ringrazio per la discussione che avete avviato e per il lavoro di sintesi che avete fatto qui in rete, su www.pdnetwork.it.

Sabato ci sarà la Direzione Nazionale del PD e il mio intervento toccherà anche i temi a me più cari che avete proposto in questa sintesi, davvero vicina alle proposte che sto portando avanti.

Sono convinto che da oggi ancora di più dobbiamo parlare dell'Italia, dei problemi della gente con una vera agenda alternativa da proporre al Paese incentrata su riforma fiscale, lavoro e giovani generazioni.

E dobbiamo valorizzare il territorio per garantire una reazione forte perché è in gioco l'Italia. So bene che queste elezioni hanno segnalato un distacco molto forte fra i cittadini e la politica ed è stato certamente un elemento di difficoltà. Tutte le vicende ci insegnano qualcosa e quindi faremo delle modifiche per dare più spazio ai territori. Questo però non è il centro della discussione perché noi dobbiamo parlare all'Italia. Per me il problema è: come riportare più vicina la politica ai cittadini? I temi economici e sociali sono quelli da cui riprendere l'iniziativa, a cominciare dalle nuove generazioni che sono senza prospettiva. Di certo discuteremo anche del partito, di quali misure organizzative prendere per esprimere meglio la nostra forza sul territorio, ma il problema adesso è rivolgerci alle questioni a cui tengono gli italiani, questa è la chiave perché si cresca come grande partito popolare.

In primo luogo occorre rafforzare il ruolo dei circoli territoriali, pretendere dagli iscritti del Pd un comportamento sobrio ed eticamente coerente con l'adesione ad un partito come il Partito democratico, regole comuni a tutti i territori in passaggi fondamentali dell'organizzazione come ad esempio i congressi locali per valorizzare i rappresentanti nei territori in modo che abbiano voce nella costruzione dei gruppi dirigenti.
Sulle riforme istituzionali noi una nostra proposta ce l'abbiamo, abbiamo il disegno di legge Finocchiaro-Zanda. Mentre quella del centrodestra non mi è nota. Noi siamo per la riduzione del numero dei parlamentari e dei costi della politica, una nuova legge sui partiti e una nuova legge elettorale che restituisca ai cittadini la possibilità di scelta dei parlamentari. Vogliamo un governo forte, ma con i debiti contrappesi nel rispetto della centralità del Parlamento.

Ma soprattutto saremo il partito delle misure anti-crisi: il sostegno alle famiglie e ai redditi più bassi, un fisco che pesi meno sul lavoro, una questione giovanile che sempre più chiaramente è la cartina di tornasole della scarsa fiducia nel futuro, la necessità di una modernizzazione dello Stato.

E’ un punto di partenza, mi farà piacere continuare a discuterne con voi nelle prossime settimane.

 

Invia commento comment Commenti (0 inviato)