Privacy Policy politicamentecorretto.com - Legge sulla fecondazione assistita

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

Legge sulla fecondazione assistita

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

Appello al ministro: subito le linee guida! question time in commissione

 

Intervento dell'on Donatella Poretti parlamentare radicale della Rosa nel Pugno, segretaria della Commissione Affari Sociali

Insieme ai capigruppo Luigi Cancrini (comunisti Italiani), Daniela Dioguardi (Rifondazione Comunista), Tommaso Pellegrino (Verdi) e Katia Zanotti (Sinistra Democratica), ho presentato un interrogazione per sollecitare il doveroso intervento del ministro della Salute in merito all’aggiornamento delle linee guida sulla legge 40 (question time di giovedì in commissione Affari Sociali). La legge sulla procreazione medicalmente assistita  prevede che queste vengano aggiornate almeno ogni tre anni, e il termine risulta scaduto dallo scorso agosto.
Nel frattempo sono intervenute anche due importanti sentenze del tribunale di Cagliari e di Firenze che di fatto hanno considerato illegittimo il divieto della diagnosi preimpianto e l'impianto obbligatorio dei tre embrioni, non presenti nella legge ma nelle sue attuali linee guida.
Nonostante il ministro della Salute abbia gia' acquisiti i pareri tecnici dell'Istituto superiore di sanita' e del Consiglio superiore di sanita', delle linee guida -scadute non solo temporalmente secondo la legge, ma anche per sentenze di tribunale- se ne sente parlare solo sui giornali o su dichiarazioni stampa fatte dal ministro.
La crisi politica di queste ore rende ancora piu’ urgente l’intervento del ministro Livia Turco, se il decreto e’ pronto lo emani per il rispetto delle coppie e dei pazienti che per poter aver garantito il diritto alla salute devono altrimenti ricorrere alle aule di giustizia, o all’estero, invece che ai centri specializzati di fecondazione assistita italiani.

Il testo dell'interrogazione:  http://www.donatellaporetti.it/intg.php?id=789

 

 

Invia commento comment Commenti (0 inviato)