Privacy Policy politicamentecorretto.com - Mostra antologica di pittura dell’artista Giuseppe Giardina

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

Mostra antologica di pittura dell’artista Giuseppe Giardina

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

 

 


Dal 29 maggio al 5 giugno 2010, a Caltanissetta, presso il Salone Pastorale della Chiesa di San Luca (messo a disposizione dai parroci Angelo Pilato e Alfonso Cammarata), si può visitare la Mostra antologia di pittura (1964-2010) del maestro nisseno Giuseppe Giardina, uno degli artisti protagonisti dell’arte contemporanea. Con le sue opere (quasi tutte create su tela ad olio), lancia messaggi a difendere la natura, oggi avvelenata da smog e da rifiuti industriali e, guardano al futuro, cerca l’umanità nell’uomo di oggi e amore per la sua isola, la Sicilia (“Sicilia terra solare”, “Dopo la tempesta”, “Desiderio quotidiano”…), spesso trascurata e bistrattata. Dipinge senza aver fatto scuola (è autodidatta), ma fa scuola con le sue opere con le quali, in un trionfo di colori, vuole far comprendere all’uomo che distruggendo la matura, distrugge se stesso. “Pace nel mondo” (cm 80 x 100) è il titolo dell’opera qui pubblicata esposta con la poesia dallo stesso titolo nella quale dice: “Basterebbe / un solo giorno / che gli uomini della terra / sorridessero / come un bimbo, / per dare un nuovo volto / a questo mondo”.  In un’altra sua poesia, dal titolo “Contesto” specifica la sua arte. “Esprimerò nelle mie tele / fondendo la vasta/ gamma di colori / infusi di sentimenti puri / l’inquinamento dell’uomo / e della vergine natura / che l’industria corrotta, / portatrice di benessere, / mosaico assillante / giorno dopo giorno / senza degno, / senza dolore, / senza coscienza, / un mondo che si disgregherà / nel nulla”. In un’altra poesia, dice ancora: “Nella mia pittura / troverete l’eterno / motivo della vita… / la Natura che Dio / ha creato”. E ne dà esempio con le opere di suggestiva bellezza: “Un posto al sole”, “La primavera”, “Frammenti di natura inaridita”, Rinnovo di una nuova pianta”, “Le quattro stagioni”, La scoperta del passato”, “evoluzione dell’arte”, “Desiderio di libertà”, “Lo strappo per il 2000”, “Conchiglia con frutta”, “Limoni”, “Mandorlo in fiore”, “Nevicata in montagna”, “Bosco siculo”, “Composizione di frutta”, “Composizione”, “Dopo la tempesta”. Inteneriscono il cuore le opere con i bambini in primo piano “Giochi di spiaggia”, “Desiderio quotidiano” e “Giovando con l’acqua”. Profondi sentimenti suscitano le opere “Emigrazione” (valigia di cartone pronta davanti alla porta…), “Vasca San Francesco”, Cataclisma, “Ritratto”, “Aspettando l’idea”, “Desiderio di libertà”, “Discriminazione sociale”. Da segnalare poi, i dipinti di stile sacro: “L’Eucarestia” (opera che ha donato alla Chiesa di San Luca e che Padre Tommaso Cammarata ha giudicato come un’esplosione di luce, come se la luce provenisse dall’opera stessa e volesse illuminare tutto ciò che ha attorno, in maniera particolare quanti l’osservano e l’ammirano…), “Cristo nel deserto” (Cristo in croce, abbandonato nel deserto), “Madonna del Mazzarro” e “La vendetta” di Adamo”. Opere originali che invitato a fermarsi, inginocchiarsi e riflettere.
Fra le opere in esposizione anche  un ritratto dell’autore e ritratti, da questi stesso fatti alla moglie Anna, alla figlia Concetta ed ai nipoti Mary e Andrea. Il pittore sorteggerà la sua opera “Studio di colori” fra quanti visiteranno la mostra che avranno anche il piacere di ascoltare, in sottofondo suoi brani musicali interpretate dal tenore M° Giuseppe Pastorello (che inaugurerà la mostra), Gaetano, Rary dilani, Geogerd Di Marco, Ottavia, Marco Delli Paoli ed eseguite al piano dai maestri Monti, mazzoli, Sandoli, Pentrella e Lazzerini. Abbinate alle opere anche poesie scritte dallo stesso artista. Pluriaccademico e pluripremiato, Giuseppe Giardina ha tenuto personali e collettive in Italia ed all'estero. Sue opere si trovano in permanenza, tra l’altro, nelle Gallerie “Alba” di Ferrara, “Verso il futuro” di Avellino, “La vetrinetta” di U. Scarantino e il Club Artistico Nisseno “M. Tripisciano” di Caltanissetta, “Lo spadone” di Salerno, “A Zeta” di Pompei, “Pinacoteca Marc’Aurelio” di Roma, “Villa Muzzi Gonzato” di Vicenza, “Galleria Varisco” di Chioggia”, “Porta all’Arco” di Siena. Sue opere si trovano anche nel Museo di Geraci Siculo (Palermo) e in collezioni private in Belgio, Francia, California, Svizzera, Australia, Germania, New York, San Francisco, Bruxelles. Ha fra l'altro ricevuto i premi: Marc'Aurelio, Bernini, Tetradramma d'oro, L'Arco d'Oro, Premio Ulisse, Oscar Europa, Targa d'Oro "I Maestri del colore", Palma d'Oro Europa, "Trofeo Pittori nei Comuni d'Italia", Targa Argentata (assegnategli a Firenze, prescelto tra 15 Maestri contemporanei), Premio Speciale “Caltanissetta che lavora e produce benessere”. Maestro d'Arte, docente onorario e consigliere permanente dell’Ateneo Internazionale “Europa University” di Bologna, Cavaliere delle Arti, membro onorario “Capri Dea ‘84”, “Guardiano della Roggia” (conferimento onorifico) e membro onorario di varie Accademie e sodalizi artistici. Come pittore è inserito in varie edizioni di cataloghi d’Arte (Il Golia, I Protagonisti, I Premiati, Gli anni 60 -70 dell’Arte Italiana, Bianco e nero, Grande dizionario degli artisti contemporanei, Annali storici dell’Accademia d’Europa,Enciclopedia mondiale degli artisti contemporanei, Grande Enciclopedia dell’Arte italiana contemporanea, Maestri del XX secolo, L’Elite, Grande Dizionario Nazionale Pittori XX Secolo, ecc.). Come poeta è inserito in importanti antologie. Diverse sue poesie, inoltre, sono raccolte nei volumi “Poesie” e “Un uomo sognatore”. E’ iscritto alla SIAE come “paroliere” (suo pseudonimo "Chiamato") ed ha già scritto i testi di oltre mille canzoni, stampate ed incise da gruppi editoriali-discografici in Italia, Spagna, Francia, Belgio, Argentina. Numerosi i suoi collaboratori italiani e stranieri. Autore, tra l'altro, di un originale "Calendario Musicale". Il suo dipinto "Essenze siciliane" è riportato sulla copertina del cd "Cocktail di successi" contenente 22 sue canzoni.
Per contatti, scrivere a: Maestro Giuseppe Giardina -Via dei Mille, 81/4 - 93100 Caltanissetta

Invia commento comment Commenti (0 inviato)