Privacy Policy politicamentecorretto.com - Vesuvio. Eventuale eruzione finira' sull'Ospedale del Mare? Interrogazione

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

Vesuvio. Eventuale eruzione finira' sull'Ospedale del Mare? Interrogazione

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

Intervento della senatrice Donatella Poretti, Radicali - Pd

Col sen Marco Perduca ho rivolto alla presidenza del Consiglio un'interrogazione sull'Ospedale del Mare di Napoli, tra i più grandi di tutta l’Italia Meridionale, edificato a nemmeno 8 km dal centro eruttivo del vulcano Vesuvio, nel quartiere di Ponticelli. La costruzione e' dentro la cosiddetta zona gialla di pericolosità vulcanica, ma a soli 100 metri dal limite della zona rossa. In seguito a ripetuti avvisi di scienziati vulcanologi sui rischi cui andrebbe incontro l'area dove è costruito l'Ospedale in caso di eruzione del Vesuvio, il Capo della Protezione Civile, Guido Bertolaso, audito in commissione al Senato, si sentiva di rassicurare sulla solidità dei solai della struttura, che avrebbero retto al carico di ceneri che il vulcano potrebbe depositare nella zona. Ma i rischi sarebbero, secondo gli scienziati, ben maggiori: le strutture  dovrebbero far fronte a colate laviche e di fango vulcanico, oltre che pioggia di ceneri e lapilli di dimensioni tali da mettere a
rischio per il loro peso qualsiasi struttura nella zona. E' inoltre ancor più recente la notizia, pubblicata sul quotidiano 'La Repubblica' di Napoli, secondo cui lo stesso Bertolaso avrebbe in previsione un allargamento della zona rossa fino a comprendervi l'area dove sorge l'Ospedale del Mare, per cui sarebbe rivisto il Piano di Evacuazione dell'area; inoltre sarebbe contenuta l'area dell'Epomeo nei mari antistanti l'isola di Ischia, dove sarebbe in atto un pericoloso processo di crescita di una importante camera magmatica.
Per queste ragioni abbiamo chiesto alla presidenza del Consiglio:
- come intenda agire il Governo rispetto a questa nuova situazione;
- quali siano le nuove evidenze scientifiche che permettono a Bertolaso di fare simili affermazioni su Ischia;
- se il Governo non reputi opportuno effettuare ulteriori accertamenti e adottare ogni iniziativa (convocando per esempio i maggiori vulcanologi internazionali) al fine di evitare una non-tanto ipotetica tragedia di immane gravità.

Qui il testo dell'interrogazione: http://blog.donatellaporetti.it/?p=1438

Invia commento comment Commenti (0 inviato)