Privacy Policy politicamentecorretto.com - Applaudito rècital della poetessa italo-francese Maria Salamone al Premio Letterario di Corridonia

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

Applaudito rècital della poetessa italo-francese Maria Salamone al Premio Letterario di Corridonia

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

 

 

 


 
“Chi non ha mai sognato / in questo mondo... / di poter un attimo, un attimo solo, / conquistar una chimera dal viso d’angelo / bruno o biondo... / che tutti chiamano: felicità! / Felicità!... / nome soave, inebriante carezza... / che appari qual rugiada all’alba: / colmando il cuore d’ogni bene, / nutrendo l’animo d’infinita dolcezza; / per poi svanire, così, senza rumore... / per ritrovarti chissà quando? / Per incontrarti chissà dove? / Felicità... / ti ho cercato in capo al mondo, / in ogni angolo di via... / ma ora so che tu esisti / in una nota di poesia...”. Con la declamazione di questa sua dolce e stupenda poesia (dal titolo “Felicità”), la “poetessa senza frontiere” (nata a Montedoro, in Sicilia, da oltre quarant’anni abita in Francia, a Cannes), ha iniziato il suo applaudito recital di poesie “Parole, solo parole...” che sono state ascoltate attentamente. Grande emozione ha suscitato anche con le altre poesie, che sono seguite una dopo l’altra: “Per un canto di vita” (poesia con la quale ha vinto il 1° premio della LIDH - Lega Internazionale dei Diritti dell'Uomo - ricevendo  la medaglia d'argento del Presidente della Repubblica Italiana), “Specchio di luci e ombre”, “La via di casa mia” e con “Al mio natio suol!”. Rècital tenuto, come gradita ospite, lo scorso 8 maggio, alla 2^ edizione del Premio Letterario “Città di Corridonia” (MC).
Sia la cerimonia di premiazione che la “ostra di poesia e di pittura” si sono tenute nella chiesa di San Francesco di Corridonia (nella foto un momento del rècital) utilizzata soltanto per mostre, incontri, convegni...  Le sue poesie esposte erano raccolte in una diecina di quadri, di cui due in lingua francese, proprio come lo fa in Francia in cui inserisce sempre nelle sue mostre alcune poesie in lingua italiana, mentre le opere di pittura erano dell’apprezzata artista corridoniana Mariella Ciammella. Durante la cerimonia di premiazione è stata offerta una sua poesia in pergamena a tutte le autorità presenti e a tutti i poeti premiati. Che bella soddisfazione! A lei, invece, è stato offerto un premio speciale, un quadro unico con la poesia “Sensi” che le era particolarmente piaciuta. La poetessa è stata colpita dalla gentilezza, dalla cordialità e dall'accoglienza riservatele, sia dalle varie autorità presenti che dal direttivo del Centro Socio-Culturale Mons. “Raffaele Vita”, organizzatore della manifestazione e di cui è presidente Giampaolo Montecchia. Lo stesso direttivo le ha donato  una bellissima targa e altri doni di gran valore. Ma la poetessa ritiene che i doni più belli siano stati l'amicizia, la fratellanza e il calore umano di cui è stata circondata.
Questo evento di Corridonia fa seguito a quelli che “la poetessa dichiarata” (la poesia le permette di vivere ed una partita IVA lo dimostra), ha tenuto. Tra questi, il rècital di poesie presentato sui gradini del Palazzo del Festival di Cannes, nell’ambito della Giornata dell’Europa del maggio 2009 alla presenza del deputato sindaco di Cannes, Bernard Brochand, e del presidente del Palazzo del Festival e primo assessore, David Lisnard; i rècital di poesie in versione italo-francese tenuti in occasione dell’incontro di cultura franco-italiana presso l'Alliance Française di San Marino; al Centro Animation et Loisirs di Nizza (nell'ambito del centenario dell'Accademia Internazionale "Città di Roma", presieduta da Giovanni Maggi); al Circolo della Stampa di Torino (con Mostra antologica di Piera Prandi, alla presenza del premio Nobel Rita Levi Montalcini); presso il Palazzo Ducale di Genova. E poi ancora i recital tenuti presso il Liceo Principe Alberto I di Montecarlo (per gli studenti dell’ultima classe, nell’ambito della “Settimana della Lingua Italiana nel mondo); presso il Castello Trapp di Caldonazzo in provincia di Trento (rècital bilingue di poesie - in concordanza con la voce e la poesia del pittore e poeta di Jean Yves Sardella – durante il quale ha ricevuto il “Premio alla Carriera”).
Senza dimenticare, i rècital tenuti in Sicilia. Da segnalare, in particolare, quello presso il Comando Regionale della Base Logistico Addestrativi dell’Esercito di Cefalù (tenuto in presenza del Ten. Col. Francesco Militello, dello staff dell’Esercito e diversi artisti nel corso di un’importante manifestazione diretta dalla critica d’arte Francesca Mezzatesta e dall’attore-regista Pasquale Renzi; il comandante in persona l’ha omaggiata di una preziosa ceramica) e quelli tenuti nella Città di Campofranco  e presso Villa Meyzieur di Montedoro, che hanno evidenziato i suoi ricordi legati alla Sicilia, ove ha ricevuto anche una medaglia d’oro dalle autorità del suo paese natìo (Montedoro, appunto), dove la poetessa si reca spesso ad attingere la sua ispirazione, per poi condividere la sua ricchezza culturale d’origine, in armonia e nel rispetto del suo paese d’accoglienza, la Francia. 
Sensibilità e sentimento s’incrociano nelle sue poesie, scritte in italiano e francese e presentate in vari Paesi del mondo, con la soave magia del sogno e la triste realtà del quotidiano. Lo scrittore siciliano Andrea Camilleri, in una lettera  a lei indirizzata, dice che la poetessa ha “…un’energia straordinaria nella sua volontà di comunicare”.
Membro dell’Accademia Vittorio Alfieri, presieduta da Dalmazio Masini, è intervenuta presso la Villa Arrivabene, il Centro Culturale Anziani  "Il Fuligno" e il Centro Culturale Gloria Nannelli di Firenze; il Museo Civico di Rimini; il Teatro Servadio di Abbadia San Salvatore, ecc. E’ delegata per la Francia delle Accademie Internazionali "Il Convivio", "Greci-Marino" e "Città di Roma". Con questa ultima Accademia ha presentato nel 2008 una mostra presso il Museo Diocesano di  Velletri. Per le sue grandi doti poetiche, è anche socia della Dante Alighieri del Principato di Monaco. Prestigiosi “Premi alla carriera” hanno coronato il suo percorso artistico: “L’Artigiano Poeta” del cav. Gaetano Riggio di Caltanissetta, “Città di Pomigliano d’Arco” della poetessa Tina Piccolo, il premio “Magnolia” di Fiorella Silvestri di Roma e "Accademia Internazionale Città di Roma” di Giovanni Maggi. Le Nazioni Unite a Ginevra (BIT e OMPI), l’Accademia Internazionale delle Arti Contemporanee del Belgio, il Palazzo Scotti di Treviso in Italia, il Centro Culturale Francese d’Abidjan in Costa d’Avorio, "L’Espace Garibaldi" di Nizza,… arricchiscono il suo palmares di mostre, recite e premi. Fra l’altro per l'impegno culturale e sociale svolto in Africa, è stata decorata con la medaglia d’oro al “Mérite et Dévouement Francais”. Da ricordare, ancora, che alla poetessa (per la quale “La poesia… “ è “Un mondo magico e messaggero, ove si abbevera l’animo, ove si libera il pensiero”), è stata anche intitolata una Biblioteca in Costa d’Avorio, ove è stata anche pubblicata una delle sue raccolte poetiche ("Pour un chant de vie", Ed. NEI, filiale del gruppo Hachette) e sue poesie sono state inserite nei sussidiari scolastici. Complimenti. E’ il minimo che possiamo farle. Per contatti con la poetessa: mariasalamone@hotmail.fr

 

Invia commento comment Commenti (1 inviato)

  • Inviato in data elisabetta bertinotti, 09 Giugno, 2010 05:51:03
    Ho avuto la fortuna di conoscere la pOetessa viaggiando in treno. Un incontro veramente indimenticabile, una personalità colma di poeticità e comunicatività allo stato puro.