Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

MANOVRA: CIOCCHETTI; CONDIVIDO PREOCCUPAZIONE CONSIGLIERI MUNICIPALI

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 


LA POLITICA DEVE RIMANERE ALLA PORTATA DI TUTTI


Esprimo piena condivisione alle preoccupazioni che stanno esprimendo in questi giorni molti consiglieri dei municipi romani che sono stati duramente colpiti dal decreto legge che, anticipando la manovra finanziaria, di fatto annulla tutti la corresponsione del gettone di presenza fino ad oggi percepito.- è quanto dichiara il deputato e Segretario Regionale dell'Udc Luciano Ciocchetti -


Per questo presenteremo un emendamento nel corso dell’esame della legge Finanziaria che mirerà a ripristinare un giusto emolumento che è necessario per garantire il corretto funzionamento dei principali organi di prossimità amministrativa.


Tale provvedimento non può avere come obiettivo il contenimento dei costi della politica; se si considera che al massimo un consigliere prende poco più di 600 euro al mese – ossia una somma appena sufficiente a rimborsare le spese che sostiene per l’espletamento del mandato – si capisce che stiamo ragionando in termini di pochi spiccioli. Avrebbe invece un obiettivo politico ben preciso che va nella direzione di eliminare anche l’ultimo brandello di politica vera, quella fatta in mezzo alla gente, sul territorio, alle prese con i problemi reali dei cittadini. E’ un provvedimento che si inserisce nel solco dell’eliminazione del voto di preferenza ai parlamentari; solco profondo, che allunga le distanze fra il popolo e la classe politica che lo rappresenta e che l’UDC a apertamente contrastato in passato.

Ritengo che per contenere davvero, e non solo a parole, i costi della politica bisognerebbe dar corso a riforme strutturali, come l’abolizione delle provincie e l’accorpamento di centinaia di piccoli Comuni.

 

Invia commento comment Commenti (0 inviato)