Privacy Policy politicamentecorretto.com - Laratta e Naccari: "il Governo scippa alla Calabria 500 milioni per la riorganizzazione della sanità! Operazione scandalosa e immorale.“intervenga Scopelliti!"

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

Laratta e Naccari: "il Governo scippa alla Calabria 500 milioni per la riorganizzazione della sanità! Operazione scandalosa e immorale.“intervenga Scopelliti!"

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

 

 

Il Governo Berlusconi ha definanziato le risorse previste  per gli interventi destinati a riorganizzare la sanità calabrese, il cosiddetto art. 20 (messa in sicurezza, ristrutturazione, innovazione tecnologica ). Un taglio enorme di quasi 500 milioni di euro ancora più grave se consideriamo che gli interventi di ristrutturazione degli ospedali in molti casi erano stati previsti dal commissario per l’emergenza sanitaria nella regione Calabria per diminuire il rischio clinico di cui ci si ricorda purtroppo solo in occasione di eventi che hanno segnato la nostra memoria collettiva.

Sono quindi senza più risorse gli interventi ex articolo 20 (369 milioni di euro), ex articolo 71 (19 milioni di euro), il programma delle case della salute che prevedeva una quota di  finanziamento del 50 %, esattamente  67 milioni di euro, a carico del Par-Fas le cui risorse sono state destinate altrove.

Ogni commento è superfluo, chiediamo a Scopelliti di intervenire con il governo Berlusconi, un simile trattamento è inaccettabile e supera ogni precedente azione, che pur abbiamo biasimato, di saccheggio delle risorse del Mezzogiorno. I fondi Fas sono diventati ormai l’unico strumento di politica economica del Paese: un bancomat del sud usato per finanziare le regioni del nord. Sicuramente tutti i calabresi sono pronti a sostenere con vigore e determinazione un’immediata restituzione delle risorse che servono, come da delibere CIPE mai revocate e provvedimenti della giunta regionale del 2009 e 2010, per normalizzare il servizio sanitario in Calabria.

 

Franco Laratta e Demetrio Naccari Carlizzi

Invia commento comment Commenti (0 inviato)