Privacy Policy politicamentecorretto.com - Più risorse e nuovi criteri di sostegno per la stampa italiana all'estero. Lo chiedono al Governo i deputati del PD Bucchino, Porta, Farina, Fedi,Garavini e Narducci

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

Più risorse e nuovi criteri di sostegno per la stampa italiana all'estero. Lo chiedono al Governo i deputati del PD Bucchino, Porta, Farina, Fedi,Garavini e Narducci

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

 

 

 

"Più risorse, nuovi criteri di sostegno e controlli più efficaci per la
stampa italiana all'estero. Questo è quanto abbiamo chiesto al Governo con
un'interrogazione firmata, oltre che da me, dai colleghi Porta, Farina,
Fedi, Garavini e Narducci". E' quanto ha dichiarato l'on. Gino Bucchino in
relazione all'iniziativa assunta dai deputati del PD eletti all'estero sulla
situazione dei giornali in italiano che animano le comunità d'origine.

"Il caso segnalatoci dal COMITES di Montreal, che ha indotto lo stesso
organismo ad esprimere parere non favorevole alla concessione del contributo
a favore di una testata locale - ha proseguito l'on. Bucchino -  ci ha
indotto a chiedere al Governo di ancorare il sistema dei controlli più che
al criterio della tiratura, spesso non veritiera, a quello della diffusione,
come richiesto per altro dal CGIE e dal Convegno che negli scorsi mesi si è
tenuto a Montreal proprio sulla stampa italiana all'estero. Naturalmente, la
condizione fondamentale per la creazione di un sistema di sostegno più
realistico ed efficace è che vi siano le risorse necessarie per realizzarlo,
reintegrando subito le già scarse dotazioni previste in Finanziaria,
dimezzate di recente dal Governo, anzi aumentandole. Nessuno può onestamente
negare, infatti, la funzione di coesione che la stampa italiana realizza
nelle nostre comunità e l'impegno di collegamento con l'Italia, soprattutto
in una fase in cui quattro milioni di cittadini italiani sono chiamati a
eleggere i propri rappresentanti in Parlamento. Nonostante la nuova
lenzuolata di tagli contenuti nella manovra in discussione al Senato, non
trascureremo questa ulteriore occasione per sottolineare di fronte alla
maggioranza e al Governo che l'informazione per gli italiani all'estero
rappresenta uno strumento strategico che riguarda, prima ancora che le
nostre comunità, la stessa proiezione dell'Italia nel mondo".

 

Questo che segue è il testo dell'interrogazione.   

 

Ministero destinatario:

.          PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI

.          MINISTERO DEGLI AFFARI ESTERI

I sottoscritti interrogano il Presidente del Consiglio dei Ministri e il
Ministro degli Affari Esteri

per sapere:

- premesso che:

- da tempo è aperta la riflessione sull'inadeguatezza dei criteri adottati
per la concessione dei contributi previsti dall'art. 26 della legge 5 agosto
1981 n. 416, che alla luce della lunga esperienza accumulata non hanno
trovato un'applicazione adeguata all'obiettiva diffusione e incidenza delle
singole testate;

-           i limiti e le polemiche finora manifestati rischiano di
suscitare ombre e perplessità su un'attività di grande valore per la vita
culturale e civile delle nostre comunità e di grande utilità per la
proiezione degli interessi italiani all'etero;

-           il dimezzamento delle risorse destinate a tale tipo di sostegno
rende ancora più evidente il disagio per una non corretta applicazione della
legge e più acute le reazioni degli operatori del settore che, nonostante le
difficoltà, continuano a compiere ogni sforzo per continuare a svolgere il
loro servizio;

-           un recente convegno sull'informazione per gli italiani
all'estero, tenutosi a Montreal il 9 aprile 2010 per iniziativa del locale
COMITES, ha consentito di definire le questioni aperte sul piano
dell'applicazione della legge n. 416 e di sottolineare l'urgenza della
revisione in termini selettivi dei criteri di concessione dei contributi,
oltre alla necessità di adeguati controlli sulle dichiarazioni fornite dai
proprietari richiedenti pubbliche sovvenzioni;

-           nella riunione del 5 maggio 2010 dello stesso COMITES di
Montreal, dalla maggioranza dei componenti l'organismo è stato dato parere
non favorevole alla richiesta di contributo presentata dall'editore de "Il
Cittadino canadese" per un'evidente difformità tra la diffusione dichiarata
dalla proprietà e quella accertata in loco;

-           nel corso della riunione, a fronte di una diffusione media
dichiarata di circa 22.000 copie per numero, si è accertata una diffusione
reale di 7.500 copie risultante da una fattura originale rilasciata dalla
tipografia nella quale il giornale si stampa;

-           dal 2000 al 2007 i contributi assegnati alla testata sono
cresciuti da 19.699 euro del primo anno a 115.884 dell'ultimo, per un totale
di 474.511 euro, la cifra più alta corrisposta in Canada a periodici in base
all'art. 26 della legge n. 416;

- quali reali controlli sono stati operati su questa ed altre simili
situazioni riguardanti l'editoria degli italiani all'estero;

- se il Presidente del Consiglio non intenda adottare al più presto nuovi
criteri di distribuzione che privilegino la diffusione effettiva e non le
dichiarazioni relative alla tiratura, notoriamente soggette a manipolazioni
di ogni genere;

- quali azioni si intendono adottare, in considerazione dell'insostituibile
funzione assicurata dalla stampa italiana all'estero, per recuperare al più
presto le risorse a questo scopo destinate, che di recente sono state
dimezzate nonostante la già ridotta entità della dotazione complessiva.

 

Bucchino Gino, Porta Fabio, Farina Gianni, Fedi Marco, Garavini Laura,
Narducci Franco

Invia commento comment Commenti (0 inviato)