Privacy Policy politicamentecorretto.com - L’Ordine Equestre Santo Sepolcro di Gerusalemme ricorda il Ten. Col. Vinicio Tetta nel trigesimo della sua scomparsa

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

L’Ordine Equestre Santo Sepolcro di Gerusalemme ricorda il Ten. Col. Vinicio Tetta nel trigesimo della sua scomparsa

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

 

 


La sezione di Castellaneta dell’Ordine Equestre Santo Sepolcro di Gerusalemme, ricorderà lunedì 12 luglio, con una santa messa, il Ten. Col. Vinicio Tetta, Cavaliere dell’Ordine. Messa, in occasione del trigesimo della sua repentina scomparsa, che sarà officiata nell’Antica Chiesa di Massafra (Taranto) dal Preside della Sezione dell’ Ordine, Mons. Gr. Uff. Cosimo Damiano Fonseca.
Il Ten. Col. Vinicio Tetta aveva ricevuto l’investitura da Sua Eminenza il Card. Carlo Furno, Gran Maestro dell’Ordine, il 21 luglio 2004 quando era ancora capitano ed era stato il primo Comandante (dal 1999 al 2005) della Compagnia Carabinieri di Massafra. Nel corso degli anni trascorsi nella cittadina jonica, il Comandante Tetta è stato punto di riferimento per l’intera collettività, conquistando la stima dei cittadini. Per l’impegno, la professionalità, la disponibilità e l’alto senso del dovere, costantemente dimostrati in molteplici situazioni, la Città di Massafra ebbe anche a conferirgli la Cittadinanza Onoraria (nella foto mentre gli viene conferita dal sindaco Martino Tamburrano). Passato in seguito (settembre 2005) al Comando del Nucleo Investigativo Compagnia Frascati-Roma divenne uomo simbolo  della lotta al crimine nella zona romana. 
E’ morto lo scorso 11 giugno, all’età di 46 anni, nella sua casa romana (stroncato da un infarto), lasciando la moglie Lucia e i figli Valentina e Marco. I funerali di Stato si sono svolti a Roma e quelli privati nella Cattedrale di Lucera, sua città nativa.

Invia commento comment Commenti (0 inviato)