Privacy Policy politicamentecorretto.com - Giusto negare la messa funebre al vescovo di Otranto

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

Giusto negare la messa funebre al vescovo di Otranto

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

 

Il vescovo emerito di Otranto, Vincenzo Franco, ha dichiarato: “Non darei la comunione a Vendola perché ostenta la sua condizione perversa e malata di omosessuale praticante”. Ed ha avuto il coraggio di aggiungere: “Se muore un gay certamente me ne dolgo e prego per lui, ma non posso celebrare una messa funebre per la semplicissima ragione che è morto senza pentimento". Il vescovo somiglia molto a San Paolo, e per niente a Gesù. Così va il mondo della Chiesa. San Paolo, infatti, riguardo agli omosessuali, ma anche riguardo alle donne, faceva discriminazioni che Gesù non ha mai fatto. Il vescovo di Otranto, dando pubblicamente del perverso e del malato ad un omosessuale, non ha calpestato solo il Vangelo, ma anche la ragione. Doppio peccato. Qualora dovesse morire senza pentimento (Dio non voglia!), stando alla sua affermazione, sarebbe giusto gli fosse negata la messa funebre. Vale forse la pena ricordare al buon vescovo che il Gesù del Vangelo non negò il pane spezzato neppure all'apostolo traditore.
 
Elisa Merlo

Invia commento comment Commenti (2 inviato)

  • Inviato in data harry, 18 Agosto, 2010 15:44:14
    diamo a sto vecchiaccio una risposta di stile anglossane, centinaia di giovani gay entrano in chiesa quando il balordo celebra i suoi riti lo interrompono e il fatto va sui tg del pianeta
  • Inviato in data Padre Pasquale, 17 Agosto, 2010 09:02:01
    Mi dispiace perché forse hai letto al modo tuo il vangelo o non l\'hai mai letto che sporadicamente nel passaggio che ti piace. lo stesso Gesù ha detto chiaramente che la salvezza si accetta, ovvio con il pentimento. Forse contro gente umile e umiliate ha difeso il diritto, ma contro i farisei che pensavano aver ragione, come alcuni di noi volendo abolire la moralità della chiesa.... ecco meglio leggere la sua Parola in Luca 11, 37-52