Privacy Policy politicamentecorretto.com - Trenitalia sta uccidendo la Calabria

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

Trenitalia sta uccidendo la Calabria

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

 

 

On. Franco Laratta (PD e membro Commissione Trasporti) alla discussione alla Camera sullo stato dei  trasporti in Calabria: "Trenitalia sta uccidendo la Calabria. Ogni treno tagliato è come un attentato criminale alle speranza delle nostra regione”.

E sul treno Frecciargento per Roma improvvisamente cancellato:

 “il convoglio serviva ad una linea del nord! e’ una vergogna che ora dopo le 17 non partira’ piu’ alcun treno da roma verso calabria e sicilia”!


Oggi alla Camera è giunta l'interrogazione urgente dell'on. Franco Laratta. Per conto del Governo era presente il sottosegretario sen. Mauro Mantovani.


L’on. Laratta è partito da alcune vicende legate alla tratta Cosenza-Paola e ad alcuni gravi inconvenienti che accadono quotidianamente su quella linea. Ai quali il sottosegretario ha dato le motivazioni e le spiegazioni fornite da trenitalia in merito ai ritardi, ai disservizi, all’igiene.


Ma l'on. Franco Laratta nella replica, dicendosi insoddisfatto della risposta del Governo, ha espresso un duro atto di accusa a trenitalia: “è evidente la forte penalizzazione della Calabria nei piani di trenitalia. uno dopo l’altro sono scomparsi negli ultimi mesi treni e convogli storici, sono stati tagliati treni locali, treni a lunga percorrenza, treni ad alta velocità, treni pendolari.

Di recente trenitalia ha compiuto una grave provocazione al sud: ha improvvisamente soppresso il "Frecciargento" Lamezia-Roma delle 6.31, e lo stesso delle 19.15 da Roma per Lamezia.

Questo dopo solo 4 mesi di attività, un treno che è partito senza alcuna promozione, senza alcun lancio, che potevano crescere e richiamare più utenti. Ora ci dicono che quel convoglio sia stato destinato ad una tratta di Trenitalia del nord. Se fosse vero si spiegherebbe perchè è stato improvvissamente soppresso.

Cià ha provocato una conseguenza molto grave: da Roma per la Calabria, dopo le 17 non si parte più, non ci sono più treni per Paola-Lamezia-Reggio-Palermo”.


L’on. Laratta ha poi accusato il gruppo FS: “di avere eliminato finora ben 12 treni a lunga percorrenza in partenza da Reggio, sia sulla linea jonica che su quella tirrenica. Linea jonica Calabrese che opera in condizioni da terzo mondo. Una linea vecchia, in pieno degrado, ad un solo binario, con convogli vecchi di 50 anni, sporchi e fatiscienti. una linea che è un incubo quotidiano per i pendolari. Tutto questo nel silenzio del governo nazionale!"

L’on. Laratta ha poi chiesto al Ministro dei Trasporti di fare un viaggio con i treni diretti al sud, di raggiungere qualsiasi località della Calabria o della Sicilia, per rendersi conto di persona come viene trattato il sud, quel sud che per il  ministro Brunetta è un cancro da eliminare”!

 Laratta ha poi ricordato al sottosegretario Mantovani che: “con gli ultimi tagli di Trenitalia sono scomparsi treni storici  come "il treno del sole" per Torino e " la freccia del sud" per Milano. non sostituiti da altri convogli. Insieme a questi, sono stati soppressi tanti convogli che garantivano un discreto collegamento con il centro-nord Italia, tenendo anche conto che l’A3 è in condizioni drammatiche, investita da anni da cantieri, interruzioni, lavori che costringono ad una sola carreggiata i poveri automobilisti."

L'on. Laratta ha chiesto al Governo di intervenire su Trenitalia affinchè la smetta di penalizzare la Calabria e riveda la sua politica dei tagli e delle soppressioni.


Invia commento comment Commenti (0 inviato)