Privacy Policy politicamentecorretto.com - Interrogazione al ministro degli interni

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

Interrogazione al ministro degli interni

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image


da parte degli onorevoli
               Laura Garavini                        capogruppo pd in commissione parlamentare antimafia            Nicodemo Oliverio                Partito Democratico           Maria Grazia L. Fortugno  Partito Democratico       Franco Laratta                      Partito Democratico           Doris Lo Moro                          Partito Democratico           Cesare Marini                           Partito Democratico           Marco Minniti                          Partito Democratico           Rosa Villecco Calipari       Partito Democratico           Michele Bordo                         Partito Democratico           Luisa Bossa                                Partito Democratico           Giovanni BURTONE                  Partito Democratico           Francantonio Genovese    Partito Democratico           Maino MARCHI                           Partito Democratico           Andrea ORLANDO                     Partito Democratico           Salvatore PICCOLO                Partito Democratico           Walter Veltroni                     Partito Democratico             on laura garavini (PD): "intollerabile la situazione al comune di corigliano calabro. il governo deve subito avviare tutte le verifiche e deve assumere i necessari e gravi provvedimenti del caso"! I sottoscritti chiedono di interrogare il Ministro dell’interno per sapere, premesso che:  
  • nel mese di luglio 2010  la DDA presso la Procura della Repubblica di Catanzaro ha portato a termine, col la collaborazione delle forze di polizia, l'operazione contro la 'ndrangheta denominata "Santa Tecla" che ha portato all'arresto di 67 persone accusate, tra l'altro, di far parte di una cosca attiva sul territorio di Corigliano Calabro anche per il riciclaggio dei proventi delle molteplici attività criminali, principalmente il traffico di droga, poste in essere sia nel territorio calabrese che in altre regioni italiane;
 
  • l'inchiesta ha rivelato interessi dei clan in attività turistiche, imprenditoriali ed anche nella locale squadra di calcio utilizzata per ripulire il denaro frutto di tangenti e racket anche attraverso operazioni regolarmente fatturate;
 
  • nell'operazione sono stati anche sequestrati beni per oltre 250 milioni di euro, chiaro segnale della capacità economiche dell'organismo criminale, risorse utilizzate anche per inserirsi in attività economiche apparentemente lecite;
 
  • tra i 67 arrestati figurano anche Mario e Franco Straface, imprenditori locali utilizzati dalla cosca per facilitare le operazioni di riciclaggio;
 
  • i due arrestati risultano essere fratelli dell'attuale sindaco di Corigliano Calabro, Pasqualina Straface, eletta alle ultime elezioni di aprile 2009;
 
  • dall'inchiesta sono emersi rapporti molto stretti tra i due congiunti del sindaco e i capi dei clan locali della 'ndrangheta;
 
  • prescindendo dal merito della specifica vicenda, che verrà valutata dalla magistratura giudicante in tutti i gradi di giudizio;
 
  • anche al fine di tutelare il corretto svolgimento della vita democratica e lo sviluppo economico sano in un territorio così esposto alla violenza della 'ndrangheta-:
TUTTO CIO' PREMESESSO, SI INTENDE SAPERE -                quali siano stati i provvedimenti adottati per verificare eventuali infiltrazioni delle cosche nella vita amministrativa del Comune di Corigliano e, nello specifico, come  mai non si sia insediata una commissione d'accesso prefettizia in detto Comune, al fine di verificare se negli amministrativi compiuti dalla giunta in carica non siano ravvisabili elementi tali da richiedere di attivare le procedure previste per lo scioglimento del Comune ai sensi della legge 267 del 2000 art.143.

Invia commento comment Commenti (0 inviato)