Privacy Policy politicamentecorretto.com - Oggi si conclude il festival della Fisarmonica con il concerto degli allievi dell’“Agorà”

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

Oggi si conclude il festival della Fisarmonica con il concerto degli allievi dell’“Agorà”

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

Questa sera, domenica 26 settembre, conclusione del 9° Festival Internazionale della Fisarmonica "Città di Massafra - Terra delle Gravine", organizzato dal Centro Stabile “Agorà”. L’appuntamento per tutti gli appassionati del popolare strumento, la fisarmonica, è al Teatro Comunale (ore 20,30) per seguire il Concerto degli allievi di fisarmonica, organetto, tastiera, pianoforte, sassofono dello stesso Centro Stabile ”Agorà” con direttore il M° Antonello Tannoia, presidente onorario e perno dell’organizzazione dello stesso festival. Alcuni di questi allievi andranno a far parte dell’Orchestra “Agorà”, una formazione cameristica "innovativa" (esiste dal 2001), nata con l'intento di valorizzare la musica classica ed in particolare per far avvicinare molti più giovani all'esperienza musicale. Attraverso concerti ed esibizioni in tutta la Puglia, ha portato la musica classica negli ambienti più disparati: dai teatri agli auditorium, dalle piazze alle chiese, convincendo ed entusiasmando non solo il pubblico ma anche critici e personaggi del mondo musicale. Ad eseguire i brani i giovani (tra parentesi i titoli): Johel Coronica (“Danza ungherese n.5”, “Con te partirò”), Giuseppe D’Agostino (“Occhi neri”, “Cumparsita”), Giuseppe Fallace (“La riutella” e “Sul bel Danubio blu”), Francesco Fiorenti (“Tornano le rondinelle…”), Mario Grompone (“Albachiara”), Davide Liotino (“Girotondo” e “Micio e Paoletta”), Giulia Maria Mellone (“Le valse D’Amelie”), Antonio Paiano (“Lupin III” e “Cumparsita”), Marco Palanga (“Canzone napoletana” e “Espana”), Alessio Pinto (“Prima melodia” e “Mary had a little lamb”), Giuseppe Ricci (“La nostra favola” e “E’ mezzanotte”), Donato Rogante (“Attaranta”), Antonio Rota “Adagio di Albinboni” e “ Più preso a ter”), Giovanni Simone (“’O saracino” e “Romanga nia”), Alessandro Tannoia (“La marcia dei pesciolini” e “ Il pulmino”), Giuseppe Zanframundo (“Besame mucho”), Alessio Giove (Libertango” e “Sul bel Danubio blu”), Angelo Ignazio (“Pizzica di Villa Castelli”), Michele Ignazio (“Dormi, tu dormi” e (“Cu cu ru cu”), Grazia Tagliente (“La polca del trillo” e “Lo scozzese”).

 

Invia commento comment Commenti (0 inviato)