Privacy Policy politicamentecorretto.com - Federalismo, grande preoccupazione del PD calabrese

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

Federalismo, grande preoccupazione del PD calabrese

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

 

Nel corso della Festa Democratica di San Giovanni in Fiore, Laratta, Oliverio, Naccari, Principe parlano di gravi rischi per la Calabria.

 

on. Franco Laratta (PD): "'Non ci sono le condizioni nè politiche nè economiche per varare il federalismo fiscale. Si rischia di spezzare il Paese e isolare il Mezzogiorno".

 

'Il Governo ha rimosso la questione meridionale, scippato i Fondi FAS, cancellato tutte le risorse previste dal Governo Prodi. Ed ora approvando il federalismo provocherà una gravissima condizione di impoverimento per il Sud", ha detto l'on Laratta a San Giovanni in Fiore nel corso di uno degli appuntamenti della Festa Democratica.

 

Per il presidente della Provincia di Cosenza, Mario Oliverio "sono eccessivi i rischi per le istituzioni ed enti locali del Sud", ed ha invocato una forte azione politica che contrasti l’aggressività del Governo centrale. Oliverio ha ricordato i pesantissimi tagli che hanno subito comuni e province nelle ultime due manovre finanziarie ed ha previsto per il prossimo futuro il rischi paralisi per le attività degli Enti Locali calabresi rimasti senza mezzi e senza risorse.

 

Il capogruppo del Pd in consiglio regionale, Sandro Principe ha affrontato dal punto di vista storico il tema del federalismo e  ha riscontrato "i ritardi della Politica nazionale sulle maggiori questi aperte da anni nel sud, la mancanza di infrastrutture, la debolezza della nostra economia".

 

Naccari ha presentato il suo libro ed ha discusso nel merito della legge voluta dalla Lega. Ha posto in evidenza la sua debolezza strutturale, la mancanza di punti fermi, l’assenza di cifre, l’indeterminatezza complessiva su cui essa è poggiata. Per l'ex assessore regionale "il federalismo così com'è è inapplicabile, pericoloso e assolutamente inadeguato".

 

Per il parlamentare Franco Laratta: "non è possibile varare una riforma di questa portata nel momento di una grave crisi finanziaria, economica, politica e sociale". Ha chiesto, inoltre, al Governo di mettere il sud nelle stesse condizioni del nord, prima di varare la riforma. Ha previsto almeno dieci anni di caos se il federalismo viene applicato così com’è.

 

Il PD ha chiesto poi che tutti le forze politiche calabresi si ritrovino nel difendere il Sud, nel chiedere con forza che la questione meridionale torni nell’agenda politica nazionale, che venga varato il più volte annunciato "Piano per il Sud". Molte critiche alla Regione e al presidente Scopelliti per l’assoluta mancanza di una visione della Calabria, per non avere difeso la nostra terra dagli attacchi che ha fatto  Brunetta in questi ultimi giorni.

Il PD ha poi bocciato l'inadeguatezza con cui il presidente Scopelliti sta gestendo la sanità, ed ha lamentato il mancato coinvolgimento della politica e delle istituzioni della Calabria.

 

Invia commento comment Commenti (0 inviato)