Privacy Policy politicamentecorretto.com - Consegnato al Rione Imperiali il Palio della Mezzaluna 2010 con un arrivederci all’edizione 2011

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

Consegnato al Rione Imperiali il Palio della Mezzaluna 2010 con un arrivederci all’edizione 2011

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

 

Grande festa a
Massafra (Taranto).
Il Palio della
Mezzaluna 2010
(opera dell’artista
Nicola Andreace)
è stato ufficialmente
consegnato
al Rione Imperiali.

 

 


Domenica scora è stato consegnato al Rione Imperiali il Palio  della Mezzaluna2010. L’opera del noto artista Nicola Andreace è andata ad aggiungersi ai drappi conquistati dallo stesso rione nel 2007 e nel 2009 (nella foto di Luigi Serio il momento in cui il Palio viene issato e disposto accanto agli altri).
I figuranti dei sei quartieri di Massafra, riunitisi in piazza Garibaldi, si sono avviati in corteo verso la chiesa del “Sacro Cuore di Gesù” che ha ospitato la cerimonia di consegna dell’ambito vessillo. In coda, la delegazione del Comune, Donna Isabella Monsorio, signora di Massafra, Jacopo Micheli, Vescovo di Mottola, al tempo della battaglia contro i Turchi del 1594, e le autorità cittadine.
Ad accoglierli, la comunità e il parroco don Fernando Balestra, sulle note dell’inno degli Imperiali, eseguito all’organo dal maestro Gian Vito Tannoia.
«Ancora una volta tocca a noi Imperiali - ha affermato don Fernando – essere vincitori in questa edizione 2010. Se da una parte questo riconoscimento ci gratifica e ci esalta, dall’altra ci dispone ad un profondo rispetto e spirito di comunione con gli altri rioni che ancora non vedono concretizzarsi il loro impegno e la loro bravura nella tanto attesa vittoria…A voi tutti fratelli e sorelle degli altri rioni l’augurio che possiate essere vincitori prima nella vita e poi anche nel Palio».
Dopo il momento di preghiera e la benedizione del drappo, ha preso la parola  monsignor Cosimo Damiano Fonseca, Accademico dei Lincei, che ha curato la regia storico-interpretativa della manifestazione, il quale ha subito portato il saluto del Comitato di patronato che ha scelto di invitare, quest’anno, al Convegno nazionale “Città del Palio”, la città di Arezzo ed ha segnalato i quattro destinatari del premio “Palio d’Argento”. «Dopo Siena, Foligno, Ascoli Piceno e L’Aquila (ha sottolineato il professor Fonseca), la nostra città si è gemellata con Arezzo. Una scelta felicissima come ha dichiarato il direttore dell’Istituzione Giostra di Arezzo Alessandro Boncompagni. Massafra s’iscrive così in questa ecumene medievale delle città del Palio e vive la stessa avventura, lo stesso impegno e lo stesso entusiasmo».
Dal sindaco Martino Tamburrano il ringraziamento a tutti coloro che hanno contribuito alla buona riuscita dell’evento. «Vorrei formulare le mie congratulazioni agli Imperiali (ha detto Tamburrano), vincitori della sfida. Ma hanno vinto anche tutti gli altri rioni perché questa manifestazione, assieme ad altre, contribuisce a rafforzare la nostra identità di massafresi». 
Il primo cittadino ha consegnato, allora, il Palio nelle mani del parroco e del priore Cosimo Marangi, tra l’entusiasmo generale. E poi l’issa bandiera, effettuata dall’Agesci Massafra 1, la consegna degli attestati agli atleti del rione e la distribuzione di cartoline-ricordo delle edizioni del rifondato Palio della Mezzaluna vinte dal rione Imperiali, la cui grafica è stata curata dal designer Andreace.
Le conclusioni della serata, presentata da Antonio Dellisanti, sono state affidate al presidente dell’associazione culturale “MassafraNostra” Vincenzo Bommino, il quale ha ripercorso le varie tappe della manifestazione, dal Convegno «che ha ormai proiettato Massafra verso scenari che vanno ben oltre i confini regionali», alla Giostra dei Cavalieri della Mezzaluna, che ha riscosso l’apprezzamento dei tantissimi spettatori presenti, alle “Olimpiadi in Palio”, sino alla serata clou del Corteo storico e della Corsa del Palio. In cantiere, per il 2011, incontri culturali a cura della Biblioteca comunale e Assessorato alla Pubblica Istruzione e Cultura, che coinvolgeranno le scuole elementari e medie, e un progetto del Liceo “De Ruggieri”, in partenariato con “MassafraNostra”.
All’esterno della chiesa, è poi esplosa la festa. Ad allietare tutti stand gastronomici e  il concerto dell’orchestra “Giovani Talenti”, diretta dal maestro Vanessa De Geronimo.

 

Invia commento comment Commenti (0 inviato)