Privacy Policy politicamentecorretto.com - Laura Garavini ospite alla festa per la Giornata del rifugiato a Stoccarda

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

Laura Garavini ospite alla festa per la Giornata del rifugiato a Stoccarda

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

“È un dovere garantire il diritto dei deboli a essere protetti”

 

“Solidarietà e tolleranza – questi valori assumono un significato concreto e tangibile. Incontri come questo sono preziosi perché aiutano a promuovere il dialogo e la reciproca conoscenza tra le culture di Paesi diversi, punto di partenza nella creazione di una società civile più stabile”. Lo ha detto l’on. Laura Garavini (PD) intervenendo alla festa in occasione della Giornata del rifugiato nella cittadina tedesca. La deputata eletta nella circoscrizione Europa ha ringraziato l’associazione ‘Arbeitskreis Asyl’ intorno al pastore Werner Baumgarten “che ha fatto di questa manifestazione un importante appuntamento nel programma culturale della città dando ai nuovi arrivati la possibilità di esibirsi, presentando la loro cultura e condividendola con tutti i cittadini interessati”.

 

Per la Garavini “è un dovere di tutti i Governo fornire protezione ai rifugiati che lasciano il proprio Paese per fuggire dalle guerre, dalle violenze e dalle persecuzioni. Sottrarsi a questa sfida, come sta facendo l’attuale Governo italiano che etichetta migranti, rifugiati e profughi come criminali, è disumano. Che la destra italiana non abbia ancora compreso che, in un mondo sempre più globalizzato, il suo disperato ricorso alla ‘Fortezza Europa’ non è una soluzione?”

 

“Per quanto mi riguarda”, ha affermato la parlamentare, “sono convinta che lo sviluppo del nostro Paese dipende anche da come trattiamo quelle persone che vengono qui per costruirsi un futuro lontano da casa. La via del dialogo è l’unica soluzione possibile. La capacità di integrare gli immigrati, facendoli diventare una risorsa per lo sviluppo sociale, economico e culturale dell’Italia, è la chiave per affrontare con successo le sfide dell’avvenire”.

Invia commento comment Commenti (1 inviato)

  • Inviato in data Gonnella, 05 Ottobre, 2010 15:33:54
    Onorevola carissima l'Italia sta andando alla deriva e Lei ( con tutto il rispetto dovuto) se ne va a spasso per il Mondo AAAA