Privacy Policy politicamentecorretto.com - Italiani all'estero, l'Arcobaleno ad Amburgo

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

Italiani all'estero, l'Arcobaleno ad Amburgo

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image


 
di Claudio Paroli

 


 
Il 10 febbraio 2008 si è costituito anche ad Amburgo un Comitato promotore di la Sinistra, l’Arcobaleno. In vista delle elezioni politiche italiane indette per il 13/14 aprile, questo comitato – come altri già esistenti e che si stanno costituendo in Italia e nel mondo – avrà lo scopo di sostenere in ogni modo la lista unitaria federativa di quattro partiti italiani: Rc, Verdi, Pdci e Sd. Aldilà dell’appuntamento elettorale, il comitato amburghese intende promuovere un progetto politico di ampia portata che vede un soggetto nuovo nell’ambito della sinistra italiana: l’intenzione è utilizzare un modo nuovo e innovativo di fare politica fondato sulla trasparenza e la chiarezza d’intenti.
    Il fattore determinante che differenzia la Sinistra – in Italia come anche in Germania e in ogni Paese europeo – dalle altre forze politiche vagamente riformiste se non addirittura neoliberiste, viene identificato nelle categorie a cui l’attività politica è dedicata: ai benestanti, ai manager, agli imprenditori, alle caste?! Nulla di tutto ciò. Al fine di una maggiore giustizia sociale, la politica della Sinistra deve essere mirata essenzialmente agli strati più deboli, la forbice tra benessere e disperazione deve essere ridimensionata e non aperta sempre più come ci viene imposto dal turbocapitalismo globalizzato. Partendo da questo assunto il Comitato di Amburgo intende sostenere la Sinistra, l’Arcobaleno considerandolo un nuovo soggetto affidabile della politica.
    Nel corso della riunione costitutiva, in questo senso, si è discusso su diversi temi caratterizzanti e, più specificamente, sui seguenti punti: 1) il supporto di candidati europei di sinistra per il voto degli italiani all’estero alle imminenti elezioni, fra cui un residente in Germania; 2) la necessità di coordinare i comitati per la Sinistra, l’Arcobaleno per l’unità di intenti; 3) le nostre esperienze di emigrazione italiana, per l’elaborazione di un progetto di lavoro tramite i Parlamentari eletti nelle circoscrizioni estere, con l’obiettivo di una nuova politica per gli italiani all’estero.
    Quale strumento di comunicazione, collegamento, dialogo e dibattito è stato scelto di creare un forum/blog: all’indirizzo http://lasinistralarcobaleno.splinder.com esso è stato immediatamente attivato auspicando l’iscrizione di tutti coloro che hanno a cuore lo sviluppo di una nuova Sinistra in Italia e in Europa.
    Due coordinatori si sono offerti di mantenere i contatti con l’esterno: Massimo Chindamo con i partiti della federazione la Sinistra, l’Arcobaleno, sia a livello centrale che con i loro rappresentanti in Germania, e Claudio Paroli con i comitati esistenti e in fase di costituzione. L’indirizzo e-mail è SinArcobAmburgo@splinder.com: contattateci per ogni ulteriore informazione, nonché per comunicare la costituzione di nuovi comitati, e utilizzate il forum/blog, un valido strumento di dialogo a completa disposizione dei comitati per la Sinistra, l’Arcobaleno.
 
 
 
P.S. del 24 febbraio- Le elezioni di Amburgo si sono concluse da poche ore, i risultati non ancora ufficiali vedono DIE LINKE – il partito con il programma più simile alla Sinistra Arcobaleno, da noi appoggiato a livello locale – entrare per la prima volta nel Land con il 6,4%: senz’altro un successo, la conferma di una tendenza tedesca già in atto da tempo. La Germania nel suo complesso, infatti, aveva votato in maggioranza a sinistra già nelle passate elezioni per il Bundestag e anche ad Amburgo, a seguito della tornata elettorale odierna, i seggi sarebbero ampiamente sufficienti per una coalizione governativa SPD-Grünen-DIE LINKE. Ci auguriamo che la volontà politica per un reale rinnovamento in Germania abbia inizio proprio ad Amburgo (anche i risultati del recente congresso SPD e le dichiarazioni del suo segretario lo farebbero sperare): la premessa di un futuro analogo a livello federale, quando anche nel Bundesrat vi potrà essere una maggioranza di Länder di sinistra.
 
Adesso, caro Paroli, speriamo però che ad Amburgo gli ecologisti non vadano con i democristiani, come pur vorrebbe la Merkel da Berlino. Sarebbe un arcobaleno un po' deprimente anche per i cieli lattiginosi della Germania settentrionale. - La red dell'ADL
 

 

Invia commento comment Commenti (2 inviato)

  • Inviato in data Claudio Paroli, 08 Marzo, 2008 19:41:23
    Dipende solo dalla SPD che non si faccia una coalizione con Verdi e DIE LINKE ad Amburgo (come pure in Germania) che avrebbe tutti i numeri per governare. Il motivo? La SPD di Amburgo è la più a destra di tutta la Germania, DIE LINKE il demonio! Ma anche là dove la SPD pare più a sinistra, basta l'indisciplina di un deputato (si veda che sta succedendo in Assia) per rendere impossibile la coalizione rosso-rosso-verde. In questo senso il Pd italiano pare lasciare "ancora" la porta aperta alla sinistra (parole di D'Alema), ma per quanto? La deriva sempre più a destra è inarrestabile...
  • Inviato in data Claudio, 08 Marzo, 2008 19:41:23
    Gli ecologisti stanno andando con i democristiani per semplice ed efficace "Realpolitik", mentre la SPD sta fuori della porta a guardare. I Verdi intendono raggiungere obiettivi concreti nella coalizione con la CDU ad Amburgo, che vanno oltre l'ecologismo e interessano, fra le altre cose, il sistema scolastico. Per i Verdi amburghesi, questo é stato deliberato dalla base, è più utile ottenere due o tre obiettivi concreti del proprio programma che stare fuori dalla porta a guardare che tutto resti immutato o vada nella direzione opposta alle loro ambizioni.