Privacy Policy politicamentecorretto.com - Farina, Garavini, Bucchino, Fedi e Porta contro la chiusura del Consolato di Losanna

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

Farina, Garavini, Bucchino, Fedi e Porta contro la chiusura del Consolato di Losanna

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

Consolati: “Chiudere Losanna viola i diritti e non fa risparmiare”

 

“Chiudere il Consolato generale di Losanna significa ledere i diritti di 57.000 italiani.” Sono gli onorevoli Farina, Garavini, Bucchino, Fedi e Porta a sostenerlo. “Come si può privare una comunità così numerosa dell’accesso ai servizi essenziali?”

 

I deputati hanno contestato energicamente anche la procedura seguita dal Ministero. “È decisamente anomalo che il MAE non si sia preoccupato di consultare il Comites competente (Cantoni di Vaud e Friburgo), ma è inammissibile che non lo abbia quantomeno informato direttamente. Questa assoluta mancanza di chiarezza e trasparenza testimonia che il MAE fa di tutto per impedire al Comites di espletare la sua funzione di tutela dei diritti degli italiani all’estero.”

 

Con una interrogazione parlamentare, Gianni Farina, Laura Garavini e gli altri colleghi hanno sollecitato il Governo a fornire “le dovute spiegazioni”. “Ci schieriamo con il Comites perché chiudere Losanna non segue affatto una logica di risparmio. Il Consolato costituisce infatti un punto di riferimento irrinunciabile per molti imprenditori, liberi professionisti e singoli  cittadini italiani. Se il MAE ha deciso d’abbandonare gli italiani all’estero, noi stiamo con chi non ha invece nessuna intenzione di sottrarsi al dovere di tutelarli.”

 

 

Invia commento comment Commenti (2 inviato)

  • Inviato in data Dario Ghezzi, 30 Ottobre, 2010 08:24:10
    L’on. Narducci ed il sen. Micheloni barattano il consolato di Losanna per Neuchatel e Wettinghen Risponde al vero il contenuto di un commento a firma Dott. Aquilani ciò che leggo su questo giornale a quanto protestano gli on.li Fedi, Farina, Bucchino, Garavini e Porta. Ciò che non si fa non si sa. Perciò si sa ormai, negli ambienti ben informati degli italiani all’estero, che i due deputati Narducci e Micheloni abbiano ottenuto che non chiudessero le sedi di loro pertinenza a scapito della sede consolare di Losanna. Chiusura per chiusura, perché qualcosa doveva essere necessariamente chiuso, è convenuto loro fare bella figura con il loro elettorato di residenza. In fondo conservano la possibilità di poter essere eletti e rieletti vita natural durante, nei secoli dei secoli amen. Ma, quello che disturba è la trattativa con l’avversario politico, l’approccio del favore concordato a tavolino senza alcuna considerazione strategica e razionale. In cambio i deputati cosa avrebbero promesso? Probabilmente la tranquillità e l’astensione, per esempio, dal sottoscrivere comunicati di protesta come quello menzionato nel titolo all’indirizzo di Mantica, di non rompere le scatole in futuro. Nulla di più, nulla di illecito, ma nulla di auspicabile. Tutti si sono lamentati urlando a gran voce la necessità di tenere aperta la sede di Losanna e di chiudere invece, se proprio doveva essere chiuso qualcosa, le sedi piccolissime per pochissimi di Neuchatel e Wettinghen. Già l’on. Razzi molto tempo prima di Farina aveva presentato una interrogazione parlamentare, la Trenadari, scendendo da una nuvoletta come una educanda introversa, scrive a Frattini le sue perplessità. E Narducci e Micheloni? Nulla! In vacanza! Smentissero pubblicamente e firmassero una protesta vivida come quella dei deputati eletti all’estero del loro stesso partito. Lo facessero pubblicamente e scrivessero a Mantica lamentando una illogica, dannosa, insulsa scelta che penalizza 57.000 italiani di Losanna lasciandoli senza consolato. Non solo presentassero subito una interrogazione parlamentare alla Camera ed al Senato. Subito! Aspetteremo con ansia la smentita che non arriverà mai. La politica è così. Hanno imparato presto a “fare” i deputati italiani d’Italia il vispo Narducci ed il sornione Micheloni.
  • Inviato in data Dott. Aquilani, 29 Ottobre, 2010 18:01:05
    Caro direttore, le faccio notare che in calce a questo comunicato manca la firma dell'on. Narducci edel Senatore Micheloni. Il fatto si spega.Narducci e Michelonoi hanno ottenuto da Mantica la non chiusura delle sedi consolari di Neuchatel e Wettinghen assai più piccole di quella di Losanna, in cambio Narducci e Micheloni non lo scocceranno ulteriormente in futuro. E' bene che si sappia quanto la politica possa essere capace di fare. Chiedetevi perchè mancano le firme di Narducci e Micheloni tutti svizzeri? cordiali saluti