Privacy Policy politicamentecorretto.com - “Casa dei Lucani” in Paraguay

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

“Casa dei Lucani” in Paraguay

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

E’ stata inagurata lo scorso giovedì 28 agosto ed è sita in Avenida Ygatimì , praticamente alle spalle dell’Università Autonoma di Asuncion, la “Casa dei Lucani” in Paraguay, la prima associazione etnica a disporre di una sede propria nel paese-
Giustificato, quindi l’entusiamo con cui ne ha dato annuncio la presidente Carmen Materi de Wilka, che ha anche sottolineato come tale sede “ sarà l’ideale
Per realizzare conferenze, presentazioni di libri, corsi di italiano e su altre materie ed incontri culturali in genere.”
“L’idea di poter contare su di un locale proprio” ha voluto ricordare la presidente dell’Associazione dei Lucani in Paraguay “ è stata di Pietro Simonetti , presidente della Commissione regionale dei Lucani all’Estero, fue de Pietro Simonetti, nella prospettiva che ognuna della associazioni lucane nel mondo possa contare su di una sede propia. Oggi, la nostra è una delle 168 associazioni nel mondo che possono già contare su una propria sede.
A proposito del sodalizio dei lucani in Paraguay , la Materi de Wilka, ha detto inoltre che essa conta già 350 iscritti in tutto il paese , discendenti di emigrati lucani.
Nel suo discorso inaugurale, infine, la presidente Carmen Materi de Wilka, ha parlato della Lucania come una “terra molto bella e molto prospera, che può contare su risorse naturali pregiate come il petrolio e che è in pieno sviluppo.
Una terra che molto aperta nei confronti dei lucani emigrati in varie parti del mondo per mantenere vivi le tradizioni ed i costumi della Basilicata. “

 

Invia commento comment Commenti (0 inviato)