Privacy Policy politicamentecorretto.com - Oltre 300 interpreti nel film “Under Reflex" in concorso al 64° Festival Internazionale del Cinema di Salerno

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

Oltre 300 interpreti nel film “Under Reflex" in concorso al 64° Festival Internazionale del Cinema di Salerno

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

 

 

 

Si conclude sabato 20 novembre  il 64° Festival Internazionale del Cinema di Salerno, prestigiosa rassegna, terza al mondo nel suo genere per anzianità, sorta come divulgazione culturale e sociale del “Servizio cinema” nella quale vi convergono pellicole indipendenti, film industriali, prodotti televisivi, espressioni della cine-elettronica, documentari scientifici, sportivi, turistici, tecnici. Insomma, una manifestazione dedicata al cinema nella sua globalità.  In concorso anche “Under Reflex”, film scritto e diretto dall’emergente regista massafrese Danilo Termite, in proiezione giovedì 18 npovembre, alle 19, nel Cineteatro “Augusteo”.
Si tratta di un lungometraggio, della durata di 99 minuti. Girato interamente nella provincia ionica ma non ivi ambientato, il film fotografa la società attuale, così come è vista dall’autore che oltre a curarne la regia e la sceneggiatura, interpreta il ruolo del protagonista. Il film racconta la storia di Tony, un giovane professionista, vittima di grandi sconvolgimenti interiori, derivanti da un’infanzia difficile, che si trova a fare i conti con le sue prime esperienze lavorative e con una storia d’amore tanto romantica quanto difficoltosa. Così, si ritrova “sotto il riflesso” delle proprie azioni, riprodotte da un pensiero confuso e sconnesso.
«L’idea di fare questo film - spiega Termite - parte delle mie esperienze e dalle osservazioni dei comportamenti della società odierna. La trama è il risultato dell’analisi della società di oggi dominata dal disequilibrio, dal caos e da una instabilità interiore profonda. È la società dell'apparenza, un involucro privo di contenuti, di valori e di orizzonti. Un bazar di nevrosi e fragilità umane dal potenziale distruttivo ed autodistruttivo».
Tuttavia, a dispetto della tematica impegnativa, “UNDER REFLEX” è uno psicho-action movie con taglio thriller, ovvero un film d’azione ed introspezione al contempo, ricco di colpi di scena, suspance ed ironia. Danilo Termite, formatosi come sceneggiatore e regista presso la Scuola Holden di Alessandro Baricco a Torino e come attore presso il Conservatorio romano di Giovan Battista Diotaiuti, che ha sfornato numerosissimi volti noti del cinema e del teatro, nel 2004 realizza e produce il suo primo cortometraggio dal titolo “Il Metronotte”, semifinalista alla Festa Internazionale del Cinema di Roma, poi distribuito in home video nella provincia di Taranto.  Di seguito, realizza documentari distribuiti dalla EMMEfilm di Roma per le “TV streaming” del portale Shortvillage.com.
Nel 2010, dopo cinque anni di lavoro, realizza e produce “UNDER REFLEX”, il suo primo lungometraggio che raccoglie gli apprezzamenti della critica cinematografica.
Il film annovera oltre trecento interpreti, tra attori principali, comprimari e generici. A legarli è il messaggio sociale lanciato attraverso la pellicola: “Because...we are all…UNDER REFLEX!” - Perché tutti siamo sotto il riflesso delle nostre azioni!

 

Invia commento comment Commenti (0 inviato)