Privacy Policy politicamentecorretto.com - La maiolica di Laterza: antica vitalità sempre attuale. Mostra dei ceramisti laertini a Bari

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

La maiolica di Laterza: antica vitalità sempre attuale. Mostra dei ceramisti laertini a Bari

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

 

 

 

 

A cura di Antonio dell’Aquila e dell’Associazione “Ambiente Puglia” (con la collaborazione di “BancApulia” e “SAICAFF il caffè”), s’inaugura sabato 23 novembre (ore 19.00), nella sala “Spazio Apulia” (messa a disposizione da BancApulia nel Palazzo Barone  Ferrara in  C.so Vittorio Emanuele 112) la mostra di ceramisti laertini “La Maiolica di Laterza: Antica vitalità sempre attuale”.
Alla  serata  inaugurale saranno presenti il sindaco di Bari, dott. Michele Emiliano, e l'’avv. Nicola Saccomanni, già vice sindaco e promotore dell’inserimento di Laterza tra le 28 “Città della Ceramica” italiane e del riconoscimento nazionale  di  “Ceramica Artistica e Tradizionale”.
Espongono: Giuseppe De Vietro, Denise Galante, Manzoli-Bongermino, Antonio e Lina Marilli, Maria Matera. La mostra si può visitare fino al 3 dicembre (dal lunedì al venerdì, orario: 10.00-13.00 /16.00.20).
La Mostra, col patrocinio del Comune di Laterza, ha come obiettivo quello di far conoscere le attuali produzioni ceramiche in maiolica dei ceramisti laertini. La maiolica di Laterza,  raggiunse l’apice artistico tra ‘600 e ‘700, rappresentando quanto di meglio fu prodotto dai numerosi centri ceramici pugliesi. Poi, seguendo le comuni vicende di buona parte della maiolica italiana, decadde progressivamente durante il XIX e la prima metà del XX sec. La mostra vuol far conoscere al pubblico barese il notevole livello artistico raggiunto da sei ceramisti espositori; alcuni tra questi, negli anni ’60, reiniziarono a sperimentare la  decorazione in maiolica.  Tali esperienze, consolidatesi negli anni e supportate dalla creazione in loco dell’ Istituto d’Arte per la Ceramica, hanno favorito la crescita di una  seconda generazione di ceramisti. A fianco di perfette riproduzioni di famosi esemplari del ‘600, conservati in musei quali il “Victoria & Albert” di Londra o del MIC di Faenza, si ammireranno altre opere in cui i  ceramisti hanno introdotto elementi innovativi innestandoli su quelli noti  della tradizione locale: felice connubio tra ricerca ed esperienza.
La nota stilistica, che ha differenziato nel passato la Maiolica di Laterza da tutte le altre produzioni pugliesi e delle altre regioni italiane, oggi ritorna e si impone ancora una volta con propria personalità immediatamente riconoscibile.
Alle produzioni moderne in mostra, offerte in vendita salvo alcuni esemplari di collezioni private, si affianca una selezione di esemplari antichi del ‘600 e ‘700 quali icone di confronto tra il passato e le reinterpretazioni odierne a testimoniare che nella Maiolica di Laterza: “l’antica vitalità e sempre attuale.

Invia commento comment Commenti (0 inviato)