Privacy Policy politicamentecorretto.com - SCRIVO – ESISTO Solo futili emozioni nella scrittura?

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

SCRIVO – ESISTO Solo futili emozioni nella scrittura?

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

  

 

Giovanna Canzano
intervista
PAOLA MEROLLI
  

 


 
“Scrivere  per  portare alla luce eventi  ed emozioni,
  per scuotere  superfici stagnanti, per accendere scintille, per creare correnti,
per generare caos o fare ordine”. (Paola Merolli)
 
Canzano 1- La scrittura come una prova di esistenza?
MEROLLI - Direi piuttosto la scrittura come prova di resistenza! 
 Canzano 2- Scrivo esisto oppure, scrivo comunico?
 MEROLLI -  Ogni forma d’arte è uno  strumento di comunicazione  unico e  formidabile, capace alle volte di attraversare il tempo, annullandolo. Comunicare è una parte essenziale del nostro essere, iniziando dal linguaggio del corpo per arrivare al linguaggio dello spirito.
Canzano 3- Scrivere per liberare e comunicare grandi emozioni che intasano- oscurano- traboccano dalla vita che portiamo racchiusa nel nostro corpo?
 MEROLLI – Scrivere  per  portare alla luce eventi  ed emozioni,  per scuotere  superfici stagnanti, per accendere scintille, per creare correnti, per generare caos o fare ordine.   
 Canzano 4- Le emozioni tu riesci a concretizzarle sulla carta creando intorno ad esse dei racconti che sembrano di vita quotidiana …
MEROLLI -  Alzo un sopraciglio, digrigno i denti, sorrido: dietro ogni più piccolo gesto si nasconde una storia da raccontare.
Canzano 5- La letteratura tu riesci a crearla attraverso l’osservazione di una quotidianità apparente e formale, che a volte mi fa pensare al romanzo di Virginia Woolf, , La signora Dalloway che, nella vita ordinaria e apparente, riesce-riesci a comunicare la sensibilità che ha dentro di se una donna?
MEROLLI -  Virginia Woolf, la mia scrittrice preferita e una delle più grandi, scriveva nella sua casa in città e in quella in campagna a Monk’s House, in compagnia del suo amato marito Leonard, tra i problemi finanziari e quelli librari della Hogarth Press, mentre la domestica entrava a chiederle cosa fare per pranzo e per cena… follia e normalità… dolori, oscurità e momenti di felicità che diventano universali… magari riuscissi a farlo!
Canzano 6- La scrittura ci porta a narrare noi stessi, i tuoi libri, quando hanno nelle loro righe di te?
MEROLLI -  Qualche somiglianza c’è sempre, sarebbe impossibile altrimenti, ma poi prendono la loro strada e si allontanano!
 Canzano 7- Per la casa editrice Arpanet, la tua casa editrice, stai preparando un nuovo lavoro?
MEROLLI -  Sì, è un progetto  con altri tre autori:  le storie sono ambientate  in Israele  e  si intitolerà  “El al:  verso l’alto”. Sta per uscire anche  una mia fiaba “Il mistero di Desilucente” con Bonanno Editore e una mia commedia “Dolci Tentazioni”, che ha vinto il premio “Donne e Teatro”, edito da Borgia. 
Canzano 8- Cosa stai leggendo attualmente?
MEROLLI -  In questo momento ho due libri sul comodino. Uno lo sto rileggendo e si intitola “L’arte della gioia” di una scrittrice straordinaria: Goliarda Sapienza. È un libro che consiglio di cuore: magnifico! L’altro “Povera piccina” di Patrick Dennis,  (l’autore di “Zia Mame”), da cui è stato tratto lo spettacolo a Broadway scritto da Neil Simon e diretto da Bob Fosse.  
Canzano 9 – Due parole per raccontare te stessa…
MEROLLI -  “Grazie alla vita che mi dà tanto. Mi dona il riso e mi dona il pianto” 
 
 
Curriculum Vitae di Paola Merolli
 
1978- 80
 -  Parigi. Scuola Beaux Arts. Corso di Pubblicità, Teatro e Cinema. Interpreta spot pubblicitari.
1980- 1981
 -  Londra. Corso di Pubblicità, Teatro e Cinema.
1982 – 89
 -  New York. Architettura. Scenografia. Grafica Pubblicitaria. Teatro. Laurea in architettura.
1990
–        Roma - Collaborazione alla realizzazione di spot pubblicitari.
1991 – 92
 - Aiuto regia per il teatro, tra cui Vincenzo Salemme, Silvio Fiore, Marco Parodi, Mario Maranzana.
-  realizzazione di soggetti teatrali da autori americani.
-  realizzazione di soggetti cinematografici e televisivi.
1993 – 94
-  Collabora alla regia di ''Italia del XX Secolo''. Quattro episodi per l'Istituto Luce.
1995
 - Collabora alla sceneggiatura e alla regia di documentari  realizzati in Giappone e in Tunisia per la Dante Alighieri.
1996
–  Organizzazione e produzione documentari per la Folco Quilici Production.
-  Creazione di un sito su Internet dedicato all'Agriturismo in Italia. 
-  Aiuto regia per il teatro
1997
-  Scenografie per il teatro.
-  Soggetti per cinema e televisione.
-  Aiuto regia per il teatro
1998 – 1999
 -  Soggetti e sceneggiature per cortometraggi.
-  Traduzione ed adattamento di testi teatrali.
-  Soggetto e sceneggiatura del film "Una giornata in musica".
–  Collabora alla sceneggiatura del documentario “Trieste sotto”, serie in quattro episodi per RAI International.
2000 – 2002
 – Collabora alla sceneggiatura e alla regia per un documentario realizzato in Australia e Nuova Zelanda.
-          Soggetto e sceneggiatura del film “Luna e le altre”
-          Soggetto e sceneggiatura del film “Davide”
-          Collaborazione alla sceneggiatura e regia di uno spot pubblicitario per la regione Liguria.
-          Collaborazione alla rivista “Bio-Architettura”
-          Testo teatrale “Norma e le lune”
-          Collaborazione alla sceneggiatura e regia di un documentario per lo stage di musica lirica Stati Uniti- Italia
-          Sceneggiatura per un documentario e film sulla vita di Argentina Altobelli
2003-2004
– Finalista racconti inediti “Premio Città di Carife”.
-          Menzione d’onore per racconto inedito “Premio nazionale Falesia”
-          Testo teatrale “Alice” rappresentato al teatro Argot
-          Aiuto regia spettacolo musicale dal titolo “Brundibar” all’Auditorium – Parco della Musica di Roma – per la manifestazione “Task force of Olocaust”
- Istituto Italiano di Cultura di Napoli (Ministero per i Beni e le Attività Culturali) Premio Speciale della Giuria della XIII edizione (2004) del Premio Internazionale di Poesia e Letteratura “Nuove Lettere”, per la sezione racconto inedito con “Alice”.
2005 - 2008
- Libro per l’infanzia “C’era una volta un libro di ricette” editore Bonanno.
- Testo teatrale “Cuori di donna”
- Racconto “Semi di Cacao” - Società editoriale Arpanet.
– “Al cambio di luna”, narrativa - Giraldi Editore.
- Racconto “Risveglio” - Società Editoriale Arpanet 
- Premio Circe per il testo “Al cambio di luna”
- Premio Nero su Bianco della Regione Lazio – I° Classificata – con il testo “Al cambio di luna”.
- Premio Firenze – Finalista con il testo “Al cambio di luna”.
2009
-          Premio “Garcia Lorca” II° classificata con il testo “Al Cambio di luna”
-          Segnalazione di merito per il Concorso Letterario Internazionale “PennaCalamaio” – Zacem, Associazione Culturale Savonese con il testo “Al cambio di luna”.
-          Presentazione del libro “Al cambio di luna” Giraldi Editore alla Fiera del libro di Torino.
-          Racconto “Corsa in folle” finalista concorso 8x8 Oblique Studio
-  Segnalazione di merito per il Concorso Letterario “Libri Editi” con il testo “Al cambio di luna”.
2010
-          Testo teatrale “Dolci Tentazioni”, Borgia Editore.
-          “El Al: verso l’alto” romanzo edito da Arpanet, Milano.
-          “Il Mistero di Desilucente” fiaba – Bonanno Editore
- Premio “Scrittura Teatrale al femminile” Innerwheel Roma, con il testo “Dolci tentazioni”
Sito: www.paolamerolli.com
 
giovanna.canzano@yahoo.it 
http://www.facebook.com/giovanna.canzano
338.3275925
Giovanna Canzano - © - 2010
 

 

Invia commento comment Commenti (0 inviato)