Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

CASA: CIOCCHETTI, AIUTARE DONNA CHE OFFRE RENE IN CAMBIO DI UN AFFITTO

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

 

EMERGENZA CASA: SERVE EDILIZIA SOVVENZIONATA

 

 “Arrivare a pensare  di vendere un rene in cambio di un regolare affitto di una casa a Roma è chiaramente un gesto tristemente assurdo dovuto alla disperazione di una donna che nulla può davanti ad un problema enorme come quello dell’emergenza abitativa nella Capitale. Credo che l’appello rivolto dalla donna e posto all’attenzione anche dal segretario nazionale de La Destra Francesco Storace; debba far riflettere. Su questo tema avvierò anche io, fin da subito, la mia battaglia per sensibilizzare  e accelerare ogni azione, che sono certo, il Comune di Roma avvierà.” - E' quanto afferma il vicepresidente e assessore all’urbanistica della Regione Lazio Luciano Ciocchetti -

“E’ giunto il momento – continua - di avviare una  concreta politica abitativa. Questo caso isolato e i dati preoccupanti forniti dalla Comunità di Sant’Egidio che evidenziano la Capitale come la città con il maggior numero di sfratti trai capoluoghi che superano il milione di nuclei famigliari, confermano l’esigenza di un significativo stock di alloggi a canone calmierato da mettere a disposizione delle fasce sociali che non possono soddisfare il bisogno di una casa. Serve l’edilizia sovvenzionata (case popolari). Ora ci sono i soldi ma i Comuni debbono trovare le aree per l’housing sociale, che è di facile realizzazione utilizzando la leva urbanistica. Solo legando l’interesse privato all’interesse pubblico preminente, unito a procedure snelle nell’attuazione, si potranno - conclude -  realizzare, veramente,  misure di sostegno.”

Invia commento comment Commenti (0 inviato)