Privacy Policy politicamentecorretto.com - Récital della poetessa Maria Salamone presso la Base Logistico-Addestrativa di Sanremo

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

Récital della poetessa Maria Salamone presso la Base Logistico-Addestrativa di Sanremo

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

 

 

 

 

 

 

Alla distanza di quattro mesi, la poetessa Maria Salamone di Cannes ha tenuto un nuovo récital, come graditissima ospite, presso la Base Logistica Militare dell’Esercito di Sanremo. Applausi su applausi per lei, anche in questo suo secondo recital sanremese, tenuto lo scorso 3 gennaio. Il primo récital e mostra di poesie in cornice, l’aveva tenuto  nell’agosto 2010 davanti a più di 200 ufficiali delle Forze Armate (e particolarmente dell’Esercito), che la poetessa di Cannes (le sue origini sono italiane) aveva saputo toccare e conquistare con la sua bravura e con la sua sensibilità. In questo suo ultimo récital ad ascoltarla ed applaudirla sono stati tenti e tanti di più. Non solo gli oltre trecento ufficiali presenti (ma anche le loro famiglie con le quali hanno trascorso le feste Natalizie presso la Base di Sanremo). La tanto apprezzata poetessa Maria Salamone, per quasi due ore ha tenuto tutti avvinti, recitando non solo sue poesie (bel 17), ma, intervallandole alle sue, anche poesie di Dante Alighieri, Giovanni Pascoli  e Stefano Benni.  E tra l’altro, suscitando grande  commozione con il pubblico tutto in piedi, anche la “Son caduti”,  poesia con la quale la Salamone ha voluto rendere omaggio a tutti i militari italiani caduti in Irak e in Afghanistan, valorosi eroi di oggi, di domani, di sempre...  che hanno dato la loro vita per difendere e salvaguardare la pace e i diritti altrui: che il loro sacrificio non sia vano. E’ intervenuto alla serata Giovanni Cozza, ex militare di ieri, bravissimo poeta di oggi, che ha letto due poesie, di cui una densa di ricordi della terra natia, la Sicilia, che ha  dedicato personalmente alla brava poetessa di origini siciliane. Come delegata alle relazioni internazionali della SNAAG delle Alpi Marittime, Maria Salamone (nella foto) ha portato i saluti del Presidente, il Maggiore Jean-Pierre Michel. Ha poi salutato e ringraziato, anche per la loro presenza, il Comandante Michele de Vietro, il capitano Andrea Tortarolo, il Consigliere Angelo Granirei (rappresentante del Sindaco di Sanremo Maurizio Zoccarato), il Cav. Uff. Giulio Serpolini (presidente dell’Associazione Nazionale Carabinieri Sezione di Ventimiglia) ed i sanremesi Cav. Carmelo Cucinotta (presidente dell’Associazione Cyclopes) e Cav. Casimiro dell’Arco (presidente dell’Associazione Sanremo Arte 2000). Il Principe Alberto II del Principato di Monaco e l’Ambasciatore d’Italia S. E. Antonio Morabito, hanno entrambi formulato alla poetessa Maria Salamone gli auguri di grande successo per l’evento presentato a Sanremo.  Auguri, ai quali si aggiungono anche i nostri.
   

Invia commento comment Commenti (0 inviato)