Privacy Policy politicamentecorretto.com - ITALIANI NEL MONDO. MARINO (PD): DOVE SONO FINITI I 10 MILIONI PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO ANNUNCIATI DA CASELLI E BERLUSCONI?

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

ITALIANI NEL MONDO. MARINO (PD): DOVE SONO FINITI I 10 MILIONI PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO ANNUNCIATI DA CASELLI E BERLUSCONI?

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

 

 

 

“Senatore Caselli, che fine hanno fatto i 10 milioni di euro che Berlusconi le aveva assicurato di voler destinare agli italiani all’estero entro una settimana a partire dal 4 dicembre scorso?”.
E la domanda che Eugenio Marino, Responsabile del PD per gli italiani nel mondo, torna a fare al suo omologo del PDL a distanza di circa un mese e mezzo dall’annuncio a mezzo stampa del Senatore sudamericano.
“Abbiamo aspettato che li portassero Babbo Natale o la Befana – continua Marino – ma pare che il Governo si sia dimenticato di scrivere la letterina di richiesta”.
"Senatore Caselli lei ci aveva spiegato – prosegue il dirigente PD – che il ‘Governo del Presidente Berlusconi è il Governo del fare e non delle chiacchiere’ e che entro una settimana a partire dallo scorso 4 dicembre 2010 sarebbero arrivati i dieci milioni”.
“Cos’ha fatto, dunque, di concreto per gli italiani all’estero questo ‘Governo del fare’ – aggiunge Marino – a parte le chiacchiere, la compravendita di parlamentari e l’aver subito altri ricatti di Bossi sulla sopravvivenza della maggioranza se entro il 23 gennaio non si vota il federalismo?”.
“Probabilmente il ‘Governo del fare’ – conclude Marino – è impegnato nella ricerca di qualche altro Razzi di turno che gli assicuri entro il 23 gennaio una maggioranza sul federalismo. Ci ‘faccia’ sapere, tanto per ‘fare’ qualcosa”.

Invia commento comment Commenti (0 inviato)